Home Attualità - Tutte le news in tempo reale Malattie cardiovascolari causano il 41% dei decessi femminili. Ecco alcuni sintomi dell’infarto

Malattie cardiovascolari causano il 41% dei decessi femminili. Ecco alcuni sintomi dell’infarto

CONDIVIDI

Nonostante non sia molto diffuso come tema, in realtà quello delle malattie cardiovascolari si rivelano essere la prima causa di morte per le donne per cui ci sarebbe ben poca prevenzione e attenzione. Ecco perché lo scorso 31 marzo è stata lanciata una campagna di sensibilizzazione, intitolata “Vivi con il cuore“, con un sito web e una app per smartphone.

donna infarto

Il presidente della Società Italiana di Cardiologia, Francesco Romeo ha sottolineato che questo tipo di malattie causano il 41% dei decessi femminili contro il 34% degli uomini. Il rischio, spiegano gli esperti, aumenta con la menopausa: “Le donne sono meno consapevoli del proprio rischio cardiovascolare e tendono a trascurare i sintomi, inoltre nel nostro paese siamo ancora in ritardo nelle iniziative di sensibilizzazione. Dobbiamo sfatare il luogo comune che le donne hanno un minor rischio, perché non è vero”, ha sostenuto Romeo.
Il portale realizzato offre tutte le informazioni sulle malattie del cuore, sulle differenze di genere, sui sintomi dell’infarto e sulle strategie per la prevenzione.

Ecco allora che Chedonna ha riportato una breve sintesi, diffusa dai media, dei sintomi legati ai problemi di cuore nel sesso femminile e che spesso vengono sottovalutati:

1. Difficoltà a respirare. Tra i sintomi più diffusi nella donna vi sono le difficoltà a respirare: ovvero il fiato corto senza apparente motivo, anche senza aver fatto uno sforzo o un esercizio fisico impegnativo. Si tratta in realtà di un affaticamento del cuore causato da una mancanza di ossigeno perché uno o più coronarie si sono occluse o si stanno occludendo.
2. Dolore alla schiena. Il dolore alla schiena tende a ripercuotersi sul dorso e spesso il sintomo d’infarto viene visto come mal di schiena e trascurato.
3. Dolore al collo e alle spalle. E’ frequente, inoltre, che questo mal di schiena si irradi al collo o alle spalle, piuttosto che davanti sul torace e a volte il fastidio si sposta verso lo stomaco.
4- Forte nausea. Una forte nasa accompagnata da altri sintomi potrebbe essere collegato al rischio di un attacco cardiaco. Anche in questo caso, i medici tendono a trascurare questi elementi, mentre si rivelano indizi collegabili al cuore.
5- Sudori freddi e capogiri. I sudori freddi sono anche un altro segno di infarto al femminile, così come lo sono i capogiri.
6- Stanchezza estrema. L’elemento della stanchezza estrema è collegabile a molte malattie tra le quali anche  l’infarto. Si tratta di un tipo di affaticamento inspiegabile con gli sforzi o le attività svolte. Per cui è necessario monitorare il proprio fisico.

Come sempre, ricordiamo che la prevenzione è il miglior strumento per combattere ed individuare i rischi ai quali siamo sottoposte.