Home Attualità

Bollo auto, e se fosse illegale?

CONDIVIDI

Prendete lo scadenzario dei pagamenti da fare e depennate la voce “bollo auto”. Perché? A detta di una voce circolante sul web l’importa sarebbe illegale.

Schermata 2015-03-30 alle 10.29.56

CheDonna.it prova a fare il punto della situazione sul caso del momento: il bollo auto è davvero un illecito da parte dello Stato?

Bollo auto, illegale o no?

Da giorni sui social network si leggono titolo quale Bollo auto illegale, Non pagate il bollo auto e simili. Aprendo i link si legge poi che un assai ben informato dipendente di Equitalia avrebbe svelato al mondo quanto sia scorretto da parte del nostro Paese richieder un simile pagamento: “L’Italia – avrebbe spiegato questo anonimo paladino della giustizia – paga una megamulta alla comissione europea proprio perché continua a chiedere a noi cittadini il pagamento del bollo. Il problema è che le entrate dei bolli auto sono nettamente superiori alla multa da pagare, ne consegue che l’Italia se ne frega, continua a pagare la multa e riscuotere il bollo”.

Ma perché il celebre bollo auto sarebbe una tassa illegale? Facciamo un passo indietro e scopriamo che esso non è altro che la vecchia tassa di circolazione che poi è divenuta nel tempo tassa di proprietà. Proprio qui sarebbe l’intoppo: perché pagare una tassa di possesso su qualche cosa che abbiamo già comprato e che, dunque, ci appartiene? La perplessità dovrebbe poi aumentare quando si scopre che l’Italia è l’unico Paese ad imposte un simile tributo.

Ci stanno dunque derubando? Andiamoci piano. Inutile dire che la voce ha destato subito enormi polemiche, come del resto qualsiasi informazione che permette al popolo italiano di inveire contro il governo: poco conta se la notizia è vera o semplice pettegolezzo, le cospirazioni ci piacciono troppo e aver un nuovo motivo per incolpare chi è a capo di questo Paese è sempre un bene.

Tutti pronti dunque a impugnare i forconi al grido di “non si paga più il bollo auto”, peccato che ci sia però chi si permesso di osservare come la notizia potrebbe essere una bufala. Vero è che l’Europa è stata interrogata circa il lecito di tale imposta ma, altrettanto in verità, la risposta data avrebbe sottolineato come i regimi fiscali nazionali in materia di tassazione delle autovetture siano a discrezione degli Stati membri. Non contravvenendo dunque ad alcuno dei principi generali del diritto dell’Unione, la richiesta del pagamento del bollo auto resterebbe un pieno diritto dello Stato italiano, che la cosa ci piaccia oppure no.

Può dunque sembrare un’eresia, apparire come un controsenso, disgustarci persino ma il bollo auto sembra sia ancora da pagare.