Home Attualità

Sesso in età avanzata aiuta le facoltà cognitive

CONDIVIDI

Uno studio olandese, pubblicato nel numero di marzo del Journal of Geriatric Psychiatry, sui benefici del sesso sul cervello ha mostrato che le persone soddisfatte dei loro rapporti sessuali sono migliori nei test cognitivi.

 

anziani amore

Gli uomini e le donne che restano sessualmente attivi fino a tardi nella vita, avrebbero inoltre un livello molto più alto della funzione cognitiva rispetto ai loro coetanei.
La ricerca si è basata su un campione di 1747 soggetti di una età media di 71 anni ai quali sono state poste preliminarmente delle domande sulla loro sfera intima e quale fosse l’importanza che davano alla sessualità.
Un quarto dei partecipanti ha descritto la sessualità come elemento importante o molto importante, mentre il 41% lo ritiene poco importante. Inoltre, il 28% pensa che la sessualità in età avanzata non sia importante ed un 42% che fosse importante. In base ai risultati, un terzo del campione ha detto di avere un’attività sessuale piacevole, mentre il 6% la considera sgradevole.
Due terzi del campione, ovvero il 67%, ha invece sostenuto che l’intimità è ancora necessaria in vecchiaia, mentre il 12% che non lo fosse. Altri partecipanti hanno invece detto che non erano più sessualmente attiv.
Dopodiché il campione è stato sottoposto a quattro prove per valutare la capacità cognitiva.
E’ emerso che laddove il funzionamento cognitivo generale era inferiore corrispondesse al campione di persone che percepisce la sessualità come poco importante. Una corrispondenza più spiccata nelle donne.
“La lentezza nell’elaborazione, il funzionamento cognitivo generale e ritardi nella memoria sono stati associati ad un limitato bisogno di intimità quando le persone invecchiano”, spiegano i ricercatori.

Altri studi recenti hanno rivelato l’importanza del sesso nella terza età. Tra questi come riporta la versione inglese dell’huffingtonpost, uno studio condotto dall’università di Manchester nel mese di gennaio 2015, ha rivelato che gli anziani continuano ad avere una buona sessualità tra i 70 e gli 80 anni: il 54% degli uomini e il 31% delle donne over 70 hanno ammesso di essere ancora sessualmente attivi e un terzo di loro che lo fanno almeno due volte al mese.
Un altro studio ha mostrato che dopo 50 anni di matrimonio, la vita sessuale di una coppia può essere rilanciata grazie ad un rinnovato senso di fiducia e d’impegno.
Secondo il ricercatore Samuel Stroope della Louisiana State University, “l’esperienza e il sapere che vengono con l’invecchiamento possono in tal senso avere un ruolo importante”.