Home Attualità

Bambini e televisioni: non più di due ore al giorno

CONDIVIDI

Un recente studio brasiliano, condotto presso l’Università di San Paolo, sull’utilizzo della televisione per le fasce dei bambini tra i 2 e i 10 anni ha fatto emergere alcuni dati preoccupanti per la salute dei più piccoli.

tv

In base allo studio i rischi sarebbero elevati nel caso in cui i bambini trascorrano più di due ore davanti al televisore o allo schermo di un computer. I bambini potrebbero soffrire di pressione alta.

La percentuale, in base alla ricerca sarebbe del 30% per i bambini davanti allo schermo e raggiunge il 50%  se manca un’attività fisica.
Lo studio, pubblicato  sull’International Journal of Cardiology, è stato condotto per due anni, su 5220 bambini di 8 diversi paesi europei.

“Lo studio mostra il numero di nuovi casi di alta pressione arteriosa e il legame tra attività fisica e vari tipi di comportamenti sedentari con il rischio di ipertensione tra i bambini europei”, ha commentato il capo della ricerca, il dottor Augusto Cesar De Moraes, sottolineando che “la pressione alta può causare problemi cardiovascolari nel corso della vita, soprattutto in età adulta, ad esempio aumenta il rischio di danni ischemici o infarti”.

Insomma, nel periodo considerato, ben 110 bambini su 1000 si è registrato una elevata pressione sanguigna. “Queste cifre sono allarmanti, considerando che comportamenti sedentari sono molto comuni tra i bambini di oggi e rischiano di consolidarsi con l’avanzare dell’età”, hanno sottolineato i ricercatori.