Home Attualità

L’eroe australiano che ha salvato 160 persone dal suicidio

CONDIVIDI

Acquistare una casa su una scogliera e ritrovarsi, dopo quarant’anni, ad aver salvato più di 160 persone da un gesto disperato.

E’ questa la storia di Don Ritchie.

 Don

 

“Posso fare qualcosa per aiutarti?”

Dovete sapere che in Australia esistono delle famosissime scogliere, il cui nome è “The Gap”, che oltre ad offrire uno spettacolo mozzafiato sono anche meta, purtroppo, di tantissime persone per le quali, persa ormai ogni speranza, un salto dalla loro cima appare come l’ultima via di uscita.

Circa 45 anni fa Don ha acquistato una casa vicina ad una di queste scogliere. Tanto vicina che dalla finestra della sua camera da pranzo gli era possibile vedere chiaramente chi si avvicinava al bordo del precipizio. E’ iniziata così, quasi involontariamente, una missione di vita che l’ha portato a salvare la vita a più di 160 aspiranti suicidi e rendendolo un vero e proprio eroe. Come ha fatto? In verità senza utilizzare chissà quali parole o gesti eclatanti.

“Posso fare qualcosa per aiutarti?” – chiedeva loro Don avvicinandosi lentamente con i palmi delle mani rivolti verso l’alto e sorridendo al loro indirizzo. Una semplicità unica ma che dava il via ad un’amichevole conversazione la quale, la maggior parte delle volte, si risolveva con un invito a casa del nostro eroe per un caffè o una birra.

Nel 2012, all’età di 85 anni, Don si è spento serenamente, ma non prima di aver meritato da eroe qual era, una medaglia al valore dal governo australiano nel 2006 e la nomina, per lui e sua moglie, di “cittadini dell’anno” nel 2010.

A ricordarlo è sua figlia Sue le cui parole, che si riferiscono alla frase utilizzata dal padre per andare incontro agli sfortunati senza più speranza, ci dovrebbero far riflettere: “Questo era tutto quello che spesso bastava per fare cambiare idea alle persone. Diceva che non bisogna sottovalutare il potere di una parola gentile e di un sorriso”.

A volte basta davvero molto poco per rendere il mondo un posto migliore e più accettabile anche per chi non vorrebbe più avere nulla a che fare con lui.