Home Attualità

Tiffany II: la gatta più vecchia del mondo ha 27 anni

CONDIVIDI

La gatta più anziana del mondo ha 26 anni? Incredibile ma vero. Si tratta di Tiffany II, nata il 13 marzo del 1988, prossima al 27esimo compleanno. Un’età che equivarrebbe a 125 anni umani: ovvero l’età di un uomo nato nel 1890!
tiffanyII

Un bel traguardo, per la micetta tricolore di San Diego, in California, entrata ufficialmente nel  Guinness World Record, la scorsa settimana.

La proprietaria Sharon Voorhees comprò quest’adorabile vecchietta in un negozietto di animali per dieci dollari: “I migliori soldi mai spesi”, per la signora che la ricorda ancora quando aveva pochi mesi. Tiffany II ha visto orbitare nella casa ben due cani e due gatti e nonostante la sua età, le sue condizioni sembrano ottimali. Infatti, in base alle analisi, la gatta soffrirebbe solo di un po’ di pressione alta. Tiffany II gode ancora di un’ottima vista e udito e continua a farsi le sue passeggiate in giardino.

Ma non solo. la vecchia gatta di casa “è ancora in grado di andare su e giù dalle scale e non ha paura di nulla”,  racconta la proprietaria, spiegando che “è una gatta esuberante” che non si lascia impressionare e “cammina vicino ai cani come se niente fosse”. La micia ha una storia avventurosa ed una volta sparì per ben due anni. Ma poi, come per magia, ritrovò la strada di casa.

Un primato di longevità che però non raggiunge quello del suo predecessore britannico: il gatto Cream Puff vissuto ben 38 anni e tre giorni, nato nel 1967 e deceduto nell’agosto del 2005.
Un altro gatto in California, Smokey, ha vissuto fino a 31 anni. Il povero micetto visse gli ultimi anni della sua vita in un centro di protezione animali, in quanto il suo proprietario era diventato troppo anziano per occuparsi di lui.
Tiffany II è entrata nel Guinness dopo la morte di Poppy, un gatto tricolore deceduto all’età di 24 anni nel luglio del 2014.
Alla domanda sul perché la gatta stia vivendo così tanto tempo, la proprietaria non ha dubbi: “Grazie all’amore. Ho sempre saputo che lei non vuole lasciarmi”.