Home Attualità

Raggi X: arance, uova ma anche barattoli nell’apparato gastrointestinale

CONDIVIDI

Una raccolta simpaticissima dei raggi X più originali del mondo, archiviati dai radiologi e pubblicati sul sito Radiopaedia.org: una specie di sito degli specialisti dei raggi X, ideato da un neuroradiologo australiano, Frank Gaillard.

radiografie

Il quotidiano britannico “Independent” ha pubblicato una serie di immagini in cui le radiografie mostrano dei corpi estranei nell’apparato gastrointestinale dei pazienti e non solo.

“Ci sono arance, melanzane e uova; ci sono monete, giocattoli e oggetti di uso comune come lo spazzolino da denti, ma anche contenitori insospettabili tipo barattoli vuoti e bombolette spray, strumenti interi o a pezzi come coltelli o manici d’ascia, e articoli più compromettenti come i sex toys che tradiscono un tentativo di trasgressione finito male”, spiega Gaillard, sottolineando che alcuni articoli ingoiati finiscono anche nelle vie aeree. Casi molto comuni tra i bambini.

Altri elementi piuttosto sconcertanti emergono dai raggi X del retto, testimoni di una disavventura sessuale. Tra questi molti sex toys ed altri oggetti. Casi di questo tipo, sottolinea il neuroradiologo, sono più frequenti nell’Est Europa e in Asia.

Il radiologo ha assicurato che una volta localizzati gli oggetti vengono rimossi: “Toglierli può essere una sfida, Tutto dipende dalla forma, dal materiale con cui sono fatti, dalla posizione e dall’angolazione dell’incastro”.

Per Gaillard, questa raccolta è importante in quanto si rivela uno strumento di apprendimento: “La cosa che mi dà più soddisfazione è poter essere in grado di condividere la nostra esperienza con radiologi e medici dei Paesi in via di sviluppo, che non possono contare su una formazione o un know-how paragonabile a quello dei Paesi più ricchi. Attraverso il materiale che viene messo online, anche loro possono migliorare la diagnosi e il trattamento di molti pazienti”.

Guarda la galleria sull’Indipendent clicca qui