Home Attualità

La we generation: per il 66% dei bambini, la tecnologia è una realtà quotidiana

CONDIVIDI

Una ricerca intitolata “Kid of today and tomorrow“, realizzata da una divisione del network Viacom, International Media Networks, e condotta su un campione di 6200 ragazzini di età compresa tra 9 e 14 anni, di 32 Paesi, ha evidenziato il ruolo sempre più crescente della tecnologia nella vita dei bambini.
6 year old  Khalil plays with his PC lap

In base ai risultati, il 66% dei bambini ritiene che essere connessi ad internet è ormai parte della quotidianità. Il 77% di loro ha anche ammesso che l’accesso alla rete contribuisce a influenzare la modalità di percezione del mondo.

Morena D’Incoronato, responsabile Dipartimento Ricerche – Viacom International Media Media Networks Italia, ha sottolineato che “per questi bambini la tecnologia è una realtà quotidiana. E’ un approccio che vede la tecnologia come uno strumento centrale di crescita e di condivisione”.
Si tratta di una nuova generazione la “we generation” caratterizzata dall’ottimismo e dalla determinazione per cui l’88% dei bambini di oggi si dichiara felice, l’89% afferma di cercare sempre di essere positivo, il 90% crede che può raggiungere qualsiasi obiettivo se si impegna.
Una generazione ottimista, tanto che l’85% crede che la propria generazione abbia le potenzialità per cambiare il mondo in meglio.
Emerge anche un forte senso di collettività: l’88% ritiene che sia importante aiutare le persone nella propria comunità e il 94% vede come responsabilità delle persone proteggere l’ambiente.
Tra gli altri lati positivi, il 74% di questi giovani si ritiene tollerante e aperto verso persone di nazionalità. Infine, l’89% si definisce “creativo”.

Tra i valori maggiormente sentiti spicca l’amicizia, per cui la metà degli intervistati afferma di vedere gli amici tutti i giorni e circa 4 bambini su 10, sostengono di vedere i propri amici quattro/cinque volte alla settimana.
Per il 66% dei bambini l’amicizia si basa sul divertimento, seguita al 62% dalla gentilezza e dall’affidabilità (per il 45%). L’aspetto fisico importa solo al 13% così come la popolarità dell’amico al 12%.

Il sondaggio è stato promosso in occasione del lancio della nuova serie di Dora l’esploratrice,  protagonista di una serie tv animata per bambini prodotta da Nickelodeon, molto innovativa grazie all’alta interattività e al gioco collettivo contenuto in ogni episodio. “Dora and friends in città” partirà su Nick Jr (solo su Sky  603-604) lunedì 9 febbraio alle 18.10.