Home Attualità

LA DONNA DEL GIORNO: Andrea Riseborough

CONDIVIDI

_67216105_67216103Oggi, la redazione di CheDonna, vi propone la biografia di Andrea Riseborough.

A nove anni di età, Andrea Riseborough è apparsa per la prima volta sulle scene teatrali al People’s Theatre di Newcastle con la Royal Shakespeare Company e, successivamente, si è esibita in oltre sessanta produzioni teatrali e cinematografiche finché, a diciannove anni, ha lasciato la recitazione per frequentare la Royal Academy of Dramatic Art di Londra.

Durante l’ultimo anno di corso è tornata ad esibirsi. Una volta conclusi gli studi, ha recitato nel West End in “Brief History of Helen of Troy”, che ha vinto l’Oppenheimer Award e le ha fatto ottenere il premio come esordiente dell’anno in occasione dei WhatsOnStage Award nel 2005.

Nel 2006, Andrea Riseborough ha interpretato il ruolo di protagonista in “Miss Julie” e “Misura per misura” (Measure for Measure) con Sir Peter Hall e la Royal Shakespeare Company. Entrambe le interpretazioni le sono valse lo Ian Charleson Award del National Theatre. Lo stesso anno ha preso parte alla commedia della Universal “Magicians”, insieme a Robert Webb e David Mitchell.

Nel 2007 ha lavorato con Mike Leigh ne “La felicità porta fortuna” (Happy Go Lucky). Lo stesso anno, in occasione dei WhatsOnStage Award, è stata candidata come migliore attrice teatrale non protagonista per il ritratto di Kalina in “The Pain and the Itch” di Bruce Norris. In seguito, ha interpretato un’adolescente punk in “Love You More” di Patrick Marber, diretto da Sam Taylor Wood e candidato alla Palma d’Oro a Cannes.

Nel 2008 è stata la protagonista di “The Devil’s Mistress”, con Michael Fassbender e Dominic West, e ha recitato al fianco di Kenneth Branagh e Tom Hiddleston nel ruolo di Sasha nell’adattamento di “Ivanov” di Tom Stoppard, diretto da Michael Grandage per la Donmar Warehouse.

Nel 2009, Andrea Riseborough ha girato “Non lasciarmi” (Never Let Me Go) della Fox Searchlight, diretto da Mark Romanek; “We want sex” (Made In Dagenham) della Paramount, insieme a Sally Hawkins; infine, “Brighton Rock” con Helen Mirren. Tutti e tre i film hanno esordito al Toronto International Film Festival, e la Riseborough è stata candidata come migliore attrice e migliore esordiente ai British Independent Film Award nel 2010. È stata candidata anche ai BAFTA per il ritratto di Margaret Thatcher in “The Long Walk to Finchley”.

Nel 2010 ha recitato nell’off‐Broadway insieme a Ben Wishaw e Hugh Dancy in “The Pride” per la regia di Joe Mantello. L’interpretazione le ha fatto vincere il premio come miglior esordio nell’off‐Broadway in occasione dei Theatre World Award nel 2010 e ottenere la candidatura come migliore attrice ai Lucille Lortel Award e ai Drama Desk Award. Lo stesso anno ha interpretato Wallis Simpson in “W.E. – Edward e Wallis” della Weinstein Company, per la regia di Madonna, e ha recitato in “Resistance”. Nel 2011 ha vestito i panni di Colette in “Doppio gioco ‐ La verità si nasconde nellʹombra” (Shadow Dancer) di James Marsh e, nel 2012, ha vinto il premio come migliore attrice in un film indipendente ai British Independent Film Award, il premio come migliore attrice britannica dell’anno ai London Film Critics Circle Award e il premio come migliore attrice agli Evening Stand British Film Award.

Nel 2012 ha preso parte al film della Universal “Oblivion” con Tom Cruise e Morgan Freeman, e poi al thriller “Hidden” della Warner Bros. Nel 2013 ha recitato in “Welcome To The Punch – Nemici di sangue” al fianco di James McAvoy e nel film corale “Disconnect”. Lo stesso anno è stata candidata al BAFTA EE Rising Star Award. Recentemente, Andrea Riseborough ha partecipato a “The Silent Storm” prodotto da Barbara Brocolli e in “Birdman”.

Se siete curiosi di scoprire  tutti gli altri volti femminili presenti nel sito, potete cliccare sotto la categoria La donna del giorno.