Sweetie, svolta contro pedofilia online: arriva un progetto internazionale

Buone notizie dall’Olanda dove la Lotteria Nazionale ha deciso di finanziare, con una donazione di 3,8 milioni di euro, un progetto dell’associazione Terre des Hommes per sviluppare l’avatar virtuale Sweetie, un software all’avanguardia per contrastare in tutto il mondo la pedofilia online e gli abusi sui bambini.

pedopornografia

La notizia è stata annunciata nell’ambito del Good Money Galà della Lotteria. Soddisfazioni espresse dall’Ong che in una nota ha spiegato che con “il progetto Sweetie 2.0 si aprono nuove frontiere al contrasto efficace di uno dei crimini più orribili che vedono vittime i bambini“, ricordando come “ogni giorno migliaia di bambini sono vittime di abusi sessuali perpetrati online”.

In base ai numeri, ogni ora del giorno  si registrano più di 750.000 pedofili connessi online in oltre 40.000 chat pubbliche che cercano bambini disponibili a compiere atti sessuali davanti a una webcam in cambio di denaro.
Per Terre dei Hommes si tratta di “una forma di turismo sessuale via webcam”. Grazie all’utilizzo del software Sweetie, nel 2013, l’avatar, presente in solo 19 chat pubbliche, è stato contattato da oltre 20.000 pedofili contribuendo a smascherare oltre mille pedofili in ben 71 Paesi.

“Con questo progetto è stato evidenziato come questo fenomeno relativamente nuovo abbia già acquistato una dimensione globale nella sua drammaticità causando gravi conseguenze sulla psiche delle piccole vittime”, afferma il presidente dell’associazione, Raffaele K. Salinari, assicurando che “Sweetie ha anche dimostrato che si può combattere la pedopornografia online utilizzando un approccio proattivo, molto efficace nel prevenire questi crimini”.

“Con il progetto Sweetie 2.0, Terre des Hommes vuole combattere contro questi crimini e contribuire alla sconfitta di questo esecrabile fenomeno, salvaguardando nel contempo la privacy dei cittadini”, ha aggiunto il Project Manager di Terre des Hommes Olanda, spiegando che saranno coinvolti esperti internazionali tra cui programmatori, giuristi, psicologi, investigatori e le polizie di tutto il mondo, in quanto la Ong sta mettendo a punto un nuovo software applicabile in tutto il mondo.

Secondo gli ideatori del progetto, “Sweetie 2.0 sarà in grado di monitorare, tracciare, identificare e fungere da deterrente per milioni di predatori sessuali su minori. Il sistema verrà adattato alle normative nazionali e internazionali sui metodi d’indagine e procedimenti legali“, tanto che “una parte integrale del progetto è costituita da un ampio programma di ricerca accademico sull’impatto di questo approccio”.

 

Da leggere