Passione nel deserto con infarto!

Va bene appartarsi in luoghi isolati per avere un po’ di intimità, ma a volte esagerando si corrono davvero grossi rischi.

 Peter Cousins

 

Un momento di intimità con la moglie rischia di trasformarsi in tragedia

Peter Cousins e sua moglie Dawn Reed decidono che è giunto il momento di mettere un po’ di avventura nel loro rapporto e di girare così il mondo a bordo di un fuoristrada.

Lui, americano, è un artista di 55 anni, la moglie, americana anche lei, di qualche anno più giovane. Il loro girovagare li porta nel deserto del Nevada che, come tutti i deserti, se non viene affrontato con la massima attenzione, rischia di diventare davvero pericoloso.

Ma a quanto pare, però, a Peter e signora il pericolo non fa paura, anzi, sembra stimolare particolarmente le loro “pulsioni“. Tanto da farli decidere, proprio in una delle zone più calde di questa torrida distesa, di farli “accostare” per poter consumare l’irrefrenabile slancio di passione che sembra averli colti. Iniziano a svestirsi ma, quasi subito, Peter inizia ad avvertire dei violenti dolori al petto ed un forte senso di nausea. I sintomi di un infarto in corso sono ben chiari.

Fortuna, davvero sfacciata c’è da dire considerando appunto la posizione in cui si trova la coppia, è che il cellulare di Dawn in quel punto riesce a ricevere un debole segnale, tanto da permetterle di contattare i soccorsi.

L’elicottero del pronto intervento riesce a giungere in tempo sul posto, anche se non così facilmente poiché, come potete immaginare, riuscire a dare corrette indicazioni sulla propria posizione in mezzo ad un deserto non è davvero così semplice.

L’artista ora sta bene, anche se dovrà pagare un conto davvero salato: 300.000 dollari per l’intervento “aereo”.

Che la storia di Peter e Dawn ci sia quindi di lezione: se proprio ci viene il desiderio di appartarci in un luogo isolato (cosa ad ogni modo sempre piuttosto rischiosa e quindi da evitare finché possibile) stiamo sempre attenti che ci sia sufficiente campo per poter fare una telefonata di emergenza. Non si sa mai.

Da leggere