Inghilterra: crollo degli interventi di chirurgia plastica

Negli ultimi vent’anni sono aumentati gli interventi di chirurgia plastica nelle fasce di età tra i 45 e 65 anni, sia per le donne che per gli uomini. Tra le operazioni più popolari nel bel paese, lo scorso anno, vi sono stati gli interventi al seno, la liposuzione, l’addominoplastica, la  mastopessi, ovvero la rimozione della pelle in eccesso e la blefaroplastica che riguarda la eliminazione delle borse agli occhi, delle pieghe palpebrali o una risoluzione dell’abbassamento del sopracciglio.

Laid-Off Workers Get Employment Tips And Free Botox Treatments

Tuttavia la tendenza al ricorso alla chirurgia plastica in Inghilterra sembra invertirsi e vi sarebbe un calo della popolarità della chirurgia nel 2014.
E’ quanto emerge dai dati dell’Association of Aesthetic Plastic Surgeons (Baaps), secondo i quali si è passati da 50.122 nel 2013 a 45.406 interventi chirurgici nel 2014. Nel 2013 11.135 donne hanno fatto ricorso ad interventi mentre nel 2014, sono state 8.609.
Il 2014 ha registrato un calo del 9% degli interventi chirurgici: tra i quali sono diminuite del 25% le richieste di protesi al seno e la rinoplastica.
Tra i fattori che avrebbero inciso per gli esperti vi sarebbero gli scandali sulla sicurezza delle protesi al seno Pip e la crisi economica che ha rallentato la domanda.

Inoltre, pare che la tendenza del ritocchino, adesso miri ad un effetto più naturale per cui vengono contemplate anche altre tecniche che potenziano alcuni aspetti anziché interventi drastici e innaturali. Tra le altre ipotesi, sottolineate dagli specialisti, concorre anche il fatto che i pazienti sono più informati e sensibilizzati sul tema.

Nel frattempo, in molti fanno sempre più ricorso a rimedi naturali o a pratiche sportive che tendano ad apportare non solo benessere fisco ma anche a migliorarlo in maniera meno drastica, come lo stretching.
Il trend delle chirurgie estetiche dopo un boom nel 2008 si è progressivamente stabilizzato negli anni e l’Italia, secondo alcuni studi, risulta essere il settimo paese degli interventi più praticati al mondo con al primo posto, il ricorso al botulino.

Da leggere