Lotta alle superstizioni in Cina contro il Feng Shui

Nella provincia dello Shanxi, in Cina centrale, è in atto una vera e propria campagna contro le superstizioni e antiche tradizioni ritenute tali, dove il governo locale ha deciso l’invio di ispettori che per due mesi monitoreranno soprattutto le campagne per verificare se vi siano persone che violano le nuove misure adottate dalle autorità.

New Study Finds New England's Forests Threatened By Development
Si appende che la campagna anti superstizione mira a colpire i rituali tradizionali degli sciamani, come l’uso delle medicine alternative, l’astrologia, dei maghi e anche del Feng Shui, la pratica dell’allineamento con l’ambiente circostante e l’universo, molto in voga anche in Occidente soprattutto per la realizzazione delle case.

Grazie alle tendenze newage, molti maestri di Feng Shui si sono arricchiti in questi ultimi anni, nonostante in Cina, l’arte dello Feng Shui sia vietato fin dai tempi di Mao. Inoltre, viene specificato che nel caso in cui queste pratiche siano con lo scopo di attività lucrative e commerciali per cui saranno individuati dei colpevoli,  questi saranno puniti in base alle “nuove direttive pubblicate dall’Ufficio provinciale della civiltà”.

Il fungshui che significa “vento- acqua” pone le base della sua scienza  sulla geomanzia, ricercando l’armonia fra gli elementi del cosmo in funzione del benessere dell’uomo ed è molto usato per la costruzione delle case, l’arredamento delle camere mirato a non far ristagnare le energie ma anche per le sepolture dei defunti per individuare la migliore armonia fra vento, acqua, fuoco, aria. 

Una delle tante tradizioni millenarie che sono sopravvissute anche alla rivoluzione culturale maoista e che adesso sono a rischio.

L’agenzia stampa cinese, Xinhua, oltre a riportare differenti giudizi sulla decisione del governo provinciale, ha evidenziato che  se occorre combattere la superstizione, occorre anche salvaguardare la cultura tradizionale, per non provocare reazioni nella popolazione.

Una lotta alla superstizione, che sarà inoltre sostenuta da una campagna informativa, promossa anche attraverso una serie di convegni scientifici sul tema dei rituali in questione.

Da leggere