Oggi è il giorno più triste dell’anno: il Blue monday

In base ad uno studio condotto da uno psicologo dell’Università di Cardiff, Cliff Arnall, emerge che il terzo lunedì di gennaio è il giorno dell’anno in cui ci sentiamo più tristi, ovvero il Blue Monday.

Frankfurt Stock Exchange Reacts On Financial Crisis
 Il lunedì di gennaio è stato individuato attraverso un’equazione che ha considerato le condizioni meteo sfavorevoli, le giornate corte, la fine delle festività natalizie, i debiti accumulati durante il periodo delle feste, il calo di motivazione laddove ricomincia frenetico il lavoro e la crescente necessità di darsi da fare.
Una giornata da considerarsi nera e in alcuni paesi, come la Gran Bretagna,  il blue monday viene preso sul serio, tanto che in molti non si recano al lavoro.

Alcune associazioni nel settore della salute per far fronte alla giornata invitano i cittadini a vestirsi di colori brillanti, come stimolo al buonumore, come anche l’ascolto di buona musica, l’esercizio fisico e la socialità.
Insomma, tra gli altri suggerimenti, anche quello di un centro dietetico britannico, il British Dietetic Association , che invita i cittadini a lasciarsi conquistare da una grande abbuffata per superare la depressione, evitando però caffeina e snack energetici e optando solo per cibi nutrienti.
Un professore alla De Montfort University ha invece voluto sottolineare come in una società laica come la nostra tendiamo ad inventare le proprie superstizioni.

Fatto sta, i media inglesi nella giornata di oggi hanno diramato numerose notizie e consigli su come passare il blue monday e nel caso in cui non bastassero è giusto ricordare che vi è anche il giorno più felice dell’anno, Happiest Day, calcolato in coincidenza con il solstizio d’estate, tra il 21 e il 24 giugno.

Da leggere