Washington, panico nella metropolitana. Un morto e 83 persone ricoverate

Panico negli Stati Uniti dove, in una delle stazioni della Metropolitana di Washington, si è verificato un incidente che ha provocato il decesso di una donna, asfissiata dal fumo, e il ferimento di altre 83 persone, ricoverate all’ospedale, due in gravi condizioni. Centinaia di passeggeri sono stati evacuati.

US-FIRE-TRANSPORT-RAIL-INCIDENT

Un portavoce della Washington Metropolitan Area Transit Authority (WMATA) ha reso noto che al momento sono ancora ignote le cause dell’incidente.

I dettagli sull’incidente

L’incidente si è verificato nell’ora di punta presso la stazione di Enfant Plaza, circa alle 15.30 del pomeriggio: secondo la descrizione della vicenda, un macchinista, poco dopo aver lasciato la stazione, avrebbe fermato il treno in un tunnel, accorgendosi che del fumo stava fuoriuscendo da una delle carrozze e che stava invadendo tutto il tunnel, così come le banchine della metropolitana. Il macchinista non ha potuto fare retromarcia con il mezzo e per soccorrere i passeggeri sono stati necessari i mezzi dei vigili del fuoco.
In balia del caos, per il timore anche di un attentato, molti passeggeri sono saltati fuori dalle carrozze tentando di mettersi in salvo prima dell’arrivo dei soccorsi e percorrendo nel buio le rotaie della metropolitana.
In superfice, alcuni edifici governativi sono stati avvolti da una coltre di fumo.

Come riportano i media locali, il sistema di trasporti cittadino ha avviato un’indagine e, in base ai primi accertamenti, si sospetta che la densità di fumo sia stato provocato dall’altra tensione.

Da leggere