CINEMA: Il cinema dà i numeri

image014Oggi, la redazione di CheDonna per la sezione Cinema, vi propone una bella novità.

Un film e una mostra possono avere in comune moltissimi aspetti. La cosa sorprendente è quando le coincidenze sono talmente perfette da far partire una vera e propria iniziativa.

È il caso del film The Imitation Game, di Morten Tyldum con Benedict Cumberbatch e Keira Knightley (dal 1 gennaio 2015 al cinema grazie a Videa) e della mostra Numeri allestita presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma (dal 16 ottobre 2014 al 31 maggio 2015).

Il film, che racconta l’incredibile storia di Alan Turing, genio matematico britannico che ha decrittato i codici nazisti generati dall’indecifrabile macchina Enigma durante la Seconda Guerra Mondiale, trova l’ambientazione perfetta all’interno dei larghi spazi di PalaExpo, dove, nell’ambito della mostra Numeri, è esposto un vero esemplare della terribile macchina tedesca.

image010Il cinema dà i Numeri è l’iniziativa promossa da Videa e PalaExpo che, in occasione dell’uscita di The Imitation Game e della mostra Numeri, garantisce a tutti gli spettatori e visitatori un ingresso al cinema (del circuito Cinema di Roma www.cinemadiroma.it) o alla mostra usufruendo di una riduzione sul prezzo intero.

Dinamica dell’iniziativa:

1) Gli spettatori del film potranno presentare alle casse del Palazzo delle Espozioni il biglietto del cinema e godere di un prezzo ridotto per la visita alla Mostra, fino al 31 maggio 2015.

2) Viceversa, i visitatori della Mostra, conservando il biglietto di ingresso, potranno usufruire della tariffa ridotta per la visione di The Imitation Game nella settimana dal 1 al 6 gennaio 2015, presentandolo ai botteghini dei cinema del circuito “Cinema di Roma” (consultando anticipatamente la programmazione delle sale).

THE IMITATION GAME racconta l’incredibile storia di Alan Turing, uno dei più straordinari eroi non riconosciuti della Gran Bretagna. Benedict Cumberbatch (“Il Quinto Potere”, ” Into Darkness – Star Trek “, e per la TV “Sherlock”) e Keira Knightley (una nomination ai BAFTA per “Espiazione”, e candidata all’Oscar® per “Orgoglio e Pregiudizio”), interpretano rispettivamente il ruolo di Turing e della sua alleata e collega di decrittazione Joan Clarke, insieme a un cast di prim’ordine, tra cui Matthew Goode (“Stoker”, “A Single Man”), Mark Strong (“La Talpa”), Rory Kinnear (“Skyfall”), Charles Dance (“Gosford Park”, “Il trono di Spade” per la TV), Allen Leech (“In Fear”, la serie TV “Downtown Abbey”) e Matthew Beard (“An Education”).  A dirigere il film è il regista norvegese Morten Tyldum, candidato ai BAFTA 2012 per “Headhunters”, sulla sceneggiatura di Graham Moore, basata sul romanzo “Alan Turing. Storia di un enigma” di Andrew Hodges (Bollati Boringhieri).

Ritratto intenso e inquietante di un uomo brillante e complesso, THE IMITATION GAME racconta del genio matematico che, riuscendo a decodificare l’inviolabile codice Enigma usato dalle forze armate tedesche, ha contribuito a ridurre la durata della Seconda Guerra Mondiale e a salvare quindi milioni di vite. Dalla straordinaria “macchina di Turing” è nato anche il moderno computer.

Il film, uscito vincitore dall’ultima edizione del Toronto Film Festival e accolto con entusiasmo al London Film Festival, ha trionfato agli Hollywood Film Awards aggiudicandosi i premi per Miglior Attore (Benedict Cumberbatch), Miglior Attrice non Protagonista (Keira Knightley), Miglior Regia (Morten Tyldum), Miglior Compositore (Alexandre Desplat). Il film ha inoltre ottenuto quattro nomination ai prestigiosi BIFA– British Independent Film Awards per Miglior Attore, Miglior Attrice, Miglior Film e Migliore Sceneggiatura.

Arriverà in Italia il 1° gennaio, distribuito da Videa.

L’obiettivo della mostra Numeri è di coinvolgere tutti: da chi ha pochissima confidenza con la materia e qualche curiosità, fino al visitatore più preparato ed esigente. Molte attività di laboratorio, studiate appositamente per le diverse età e classi scolastiche e per il pubblico adulto con differenti conoscenze della materia, accompagneranno tutti, proprio tutti, all’interno di un mondo affascinante e fondamentale per comprendere molto di ciò che ci circonda.

L’idea di fondo è mostrare i numeri nella loro duplice essenza: da una parte sono oggetti naturali e utili, che il cervello umano è predisposto naturalmente a trattare e di cui la società ha continuamente bisogno per quantificare; dall’altra sono oggetti artificiali e sociali, costruzioni teoriche con implicazioni linguistiche e culturali che hanno viaggiato nel tempo e nello spazio. I numeri non sono solo l’alfabeto di ogni discorso scientifico ma, da sempre, esercitano un fascino profondo sul pensiero filosofico e teologico, sulle arti, le parole, l’architettura, la musica.

Dal 16 Ottobre 2014 al 31 Maggio 2015 : Palazzo delle Esposizioni – Via Nazionale, 194, Roma – tel. 06 489411

 

Da leggere