Home Attualità

LA DONNA DEL GIORNO: Ellen Burstyn

CONDIVIDI

Ellen Burstyn

Oggi, la redazione di CheDonna, vi propone la biografia di Ellen Burstyn.

L’illustre carriera di Ellen Burstyn spazia dal cinema alla televisione e al teatro. Nel 1975 ha vinto contemporaneamente – terza donna nella storia – sia il Tony Award che l’Oscar, il primo per “Lo stesso giorno”, l’anno seguente allestito a Broadway da Bernard Slade, e il secondo per “Alice Non Abita Più Qui” di Martin Scorsese, che le è valso anche il Golden Globe e il British Academy Award come Miglior Attrice. Successivamente è stata candidata altre cinque volte all’Oscar, per le sue interpretazioni: in “L’ultimo spettacolo” (1972), in “L’esorcista” (1974), in “Lo Stesso Giorno, il Prossimo Anno” (1979), in “Resurrection” (1981) e in “Requiem for a Dream” (2000). È diventata una tra le attrici ad essere “Triple Crown Winner” quando ha vinto il suo primo Emmy Award per l’apparizione in “Law & Order: SVU” (2009), aggiunto all’Oscar e al Tony. Ha, inoltre, ottenuto recentemente un Emmy per il suo ruolo nella mini-serie statunitense, “Political Animals”.

Attualmente, è nei cinema con il film Interstellar di Christopher Nolan.

Fra le sue esperienze teatrali: la produzione di Broadway “84 Charing Cross Road” (1982), il suo applauditissimo One–Woman show, “Shirley Valentine” (1989), “Shimada” (1992) e “Sacrilege” (1995). Ha recitato off-Broadway in “Park Your Car in Harvard Yard” (1985). A metà degli anni ’90, ha recitato nelle produzioni regionali di Horton Foote, “The Trip to Bountiful” e “Death of Papa”, e nello spettacolo di Eugene O’Neill, “Long Day’s Journey Into Night”, allestito presso lo Houston’s Alley Theatre e presso lo Hartford Stage in Connecticut. Nel 2008, ha ricevuto critiche straordinarie per “The Little Flower of East Orange”, di Stephen Adley Guirgis nell’allestimento di Phillip Seymour Hoffman, al The Public Theater in New York. Ha inoltre recitato nel West End, nell’opera di Lillian Hellman, “The Children’s Hour”, diretta da Ian Rickson e interpretata al fianco di Keira Knightley ed Elisabeth Moss.

Ellen Burstyn ha lavorato con alcuni fra i registi più visionary della cinematografia, da Martin Scorsese a Darren Aronofsky. Negli ultimi 45 anni ha recitato in produzioni cinematografiche come: “Goodbye, Charlie” (1964), “Tropico del Cancro” (1970), “Il Mondo di Alex” (1970), “L’ultimo Spettacolo” (1971), “L’Esorcista” (1973), “Harry è Tonto” (1974), “Alice Non Abita Più Qui” (1974), “Providence” (1977), “A Dream of Passion” (1978), “Lo Stesso Giorno, il Prossimo Anno” (1978), “Resurrection” (1980), “The Ambassador” (1984), “Due Volte Nella Vita” (1985), “Hanna’s War” (1988), “Scelta d’amore – La storia di Hilary e Victors” (1991), “The Cemetery Club” (1993), “The Color of Evening” (1994), “Amarsi” (1994), “Roommates” (1995), “The Baby-Sitters Club” (1995), “Gli Anni dei Ricordi” (1995), “The Spitfire Grill” (1996), “Deceiver” (1997), “You Can Thank Me Later” (1998), “Scherzi del Cuore” (1998), “Walking Across Egypt” (1999), “The Yards” (2000), “Requiem for a Dream” (2000), “Divine Secrets of the Ya-Ya Sisterhood” (2002), “The Elephant King” (2006), “The Wicker Man” (2006), “The Fountain – L’albero della vita” (2006), “The Stone Angel” (2007) per cui ha vinto il Genie Award per Migliore Performance Femminile in Canada, “W” di Oliver Stone (2008), “The Loss of a Teardrop Diamond” (2008), “Greta” (2008), “Main Street – L’uomo del futuro” (2009), “Un Giorno questo dolore ti sarà utile” (2010), “Another Happy Day”, di Sam Levinson (2010) e in “Draft Day” di Ivan Reitman (2014).

In televisione, Ellen Burstyn ha vinto un Emmy Award per la sua apparizione in “Law & Order: SVU” (2009), e ottenuto candidature agli Emmy per il suo ruolo in “The People vs. Jean Harris” (1981) e per “Big Love” (2008) della HBO. E’ apparsa in numerose produzioni televisive come “Surviving” (1985), “Into Thin Air” (1985), “Something in Common” (1986), “When You Remember Me” (1990), “Il giuramento di Diane” (1994), “My Brother’s Keeper” (1995), “Timepiece” (1996), “Within These Walls” (2001), “The Five People You Meet in Heaven” (2004), “Our Fathers” (2005), “For One More Day”, di Mitch Alborn (2007), oltre a “The Ellen Burstyn Show” (1986), “That’s Life” (2002-2003) e “The Book of Daniel” (2006).

Nei primi anni della sua carriera, era conosciuta come Ellen McRae, ed ha fatto parte del cast di numerosi episodi televisivi, in serie quali: “Surfside 6”  (1961), “The Dick Powell Show ” (1961), “Ben Casey” (1962), “Perry Mason”  (1962), “Laramie”  (1963), “Wagon Train”  (1963), “Kraft Suspense Theater”  (1964), “The Doctors”  (1964-65), “The Iron Horse” (1967-68), “The Virginian”  (1969), e “Gunsmoke”  (1962-71), oltre a ricoprire il ruolo ricorrente di Glee Girl nel “Jackie Gleason Show”.

Ellen Burstyn è stata la prima donna eletta presidente della Actors Equity Association (1982-85), ed ha ricoperto la carica di direttore artistico del celebre Actors’ Studio dove aveva studiato, in precedenza, con Lee Strasberg. Continua ad esserne attiva co-presidente insieme ad Al Pacino e Harvey Keitel, oltre a ricoprirne la carica di direttrice artistica.

Accademicamente, Ellen Burstyn ha ricevuto quattro lauree honoris causa, una in arti visive consegnata dalla School of Visual Arts, un L.H.D in lettere dal Dowling College, un dottorato dalla The New School per Social Research, e un dottorato dalla Pace University. Burstyn tiene conferenze in tutto il paese, su una vasta gamma di argomenti, ed è un’autrice best-seller, grazie alla pubblicazione delle sue memorie, Lessons in Becoming Myself (2006), pubblicato dalla Riverhead Press.

Se siete curiosi di scoprire  tutti gli altri volti femminili presenti nel sito, potete cliccare sotto la categoria La donna del giorno.