Home Attualità

LIBRI: ‘Storia del sigaro’

CONDIVIDI

195325a2-96b0-4b94-a528-231aa88f20e6

Oggi, la redazione di CheDonna per la sezione Libri, vi propone Storia del sigaro, il libro definitivo per fumatori di classe.

La guida definitiva alla pianta non commestibile più diffusa al mondo, il tabacco, nella sua forma più pura. Luigi Ferri conduce il lettore in un percorso che va dalle prime foglie arrotolate alle tipologie commerciali più diffuse al momento. Le grandi marche cubane come Bolìvar, Hoyo de Monterrey, la recente Cohiba nata sotto il governo di Fidel Castro, e la più antica Partagàs; la dominicana Aurora e il nicaraguense Padròn, senza dimenticare i nostri Toscani, le cui radici risalgono alla metà del IX secolo.

Un viaggio tra i luoghi storici e i personaggi simbolo: la famiglia Oliva e le sue piantagioni tramandate di generazione in generazione, l’impero di Zino Davidoff e la tradizione italiana. Si imparerà la differenza tra un ligador e un torcedor seguendo la creazione di un sigaro passo dopo passo, assistendo al’intero processo manifatturiero e passando per i dettagli tecnici necessari a poter apprezzare al meglio un Montecristo piuttosto che un Romeo y Julieta.

Ferri è uno dei massimi esperti italiani in materia: già presidente della Cigar Club Association e Uomo Habanos in Italia, ha scritto numerosi libri e pubblicazioni sul tema, come L’emporio del sigaro a Conversazione sul sigaro. Una competenza acquisita in decenni di passione e che ora viene racchiusa in un unico volume, tanto negli argomenti quanto nelle distanze storiche e geografiche. Ferri infatti non si limita ad analizzare, nell’ottica del consumatore, tipologie e varietà di ogni paese e continente, dai classici cubani ai filippini o indonesiani passando per i nostrani toscani, ma ripercorre le vicende storiche di un rito, più che di un semplice prodotto, che è nato tra le culture indios pre-colombiane ed è cresciuto grazie all’incontro con le popolazioni africane ed europee che hanno popolato le Americhe. Non poteva poi mancare un ampio spazio dedicato all’aneddotica: dai fumatori più celebri ai curiosi intrecci con gli eventi significativi della storia. Uno spaccato antropologico che consegna il sigaro alla sua giusta dimensione non di vizio ma di rito.

E se durante la lettura l’esperto avrà modo di trovare approfonditi argomenti fondamentali che però spesso sono solo accennati anche tra gli addetti ai lavori, il profano riuscirà invece a comprendere appieno, senza mai essere impaurito dai tecnicismi, il vero valore del sigaro, che va ben oltre il suo essere un oggetto di consumo.