Home Salute e Benessere

Come prevenire l’orzaiolo

CONDIVIDI

Non c’è niente di peggio dell’avvertire l’avvicinarsi di un’eruzione di orzaiolo, quel fastidioso rigonfiamento della palpebra spesso accompagnato dalla sgradevole sensazione di avere un corpo estraneo nell’occhio. Ma cosa possiamo fare per evitare l’insorgere di questo problema e prevenirne la comparsa? Scopriamolo insieme!

eyes

Dopo avervi illustrato Come prevenire i geloni, oggi noi di CheDonna.it abbiamo riunito per voi alcuni consigli pratici per prevenire il calazio e preservare così la salute dei vostri occhi. Contro questa fastidiosa infezione, infatti, non c’è miglior cura se non un’accurata opera di prevenzione all’insegna di una vita fatta di buone abitudini e un’alimentazione bilanciata.

Orzaiolo: consigli pratici per prevenirlo

Innanzitutto, è bene ricordare che la prima regola per evitare qualsiasi tipo di infezione agli occhi è una pulizia meticolosa degli occhi, che dovrebbero sempre essere detersi e struccati con un sapone delicato specifico.

Se volete minimizzare il rischio di infezione, inoltre, dovrete rigorosamente lavare le mani prima di toccarvi gli occhi, sopratutto se utilizzate lenti a contatto. È proprio sulle mani che si annidano la maggior parte dei batteri con cui entriamo a contatto quotidianamente, e attraverso lo sfregamento c’è un’alta probabilità che vengano a contatto con le ghiandole sebacee che si trovani sotto le ciglia, dando il via all’insopportabile infiammazione.

Quando l’orzaiolo si presenta un po’ troppo spesso e tende a cronicizzarsi, è bene avvisare il proprio medico curante che senza ombra di dubbio vi suggerirà di svolgere alcune analisi per tenere sotto controllo la tiroide, l’anemia e il diabete.

Prendere le dovute precauzioni significa anche seguire una dieta ben bilanciata, certamente ricca di frutta, verdura e fibre. Meglio agire preventivamente che ritrovarsi a fronteggiare il doloroso calazio con colliri e pomate antibiotiche. Vi basterà seguire queste piccole accortezze e tenervi lontane dalle correnti di vento per allontanare il rischio di fastidiose infezioni oculari.