Home Ricette

Cinque curiosità da sapere sul curry

CONDIVIDI

Il curry, una spezia che viene utilizzata molto spesso anche nella nostra cucina, ma questa mix particolare di spezie ha origini lontane e molto antiche. Nasce in India paese in cui si chiama  Masala. I tipi più pregiati di curry sono il Tandoori e il Garam masala. Le spezie contenute nel curry sono in origine pepe nero, cumino, coriandolo, cannella, curcuma, chiodi di garofano, zenzero, noce moscata, fieno greco e peperoncino.

Curry_Ist

Il sapore particolare di questa spezia contiene anche molte proprietà curative. Da uno studio presso la Thomas Jefferson University portata avanti dalla dottoressa Karen Knudsen sembrerebbe che il curry aiuti a combattere le cellule tumorali della prostata. Gran parte delle proprietà benefiche del curry sono dovute alla presenza della curcuma, per questo motivo questa polvere gialla aiuta la digestione è un potente disinfettante dell’intestino, brucia i grassi e regola il metabolismo e è un potente antinfiammatorio e antiossidante.  Allevia inoltre, l’affaticamento del fegato e previene i reumatismi e l’artrosi. Da alcuni studi sembra concorra ad alleviare e prevenire malattie degenerative del sistema nervoso.

Cinque curiosità da sapere sul curry

Che donna vi regala  cinque piccole curiosità su questa gustosissima spezia, che possiamo gustare nei ristoranti etnici o nelle tante ricette che potremo realizzare nella nostra cucina.

-Il curry può dare dipendenza. Il gusto di questa spezia può condizionare a tal punto le nostre papille gustative da creare una vera dipendenza per il nostro palato.

-Può insaporire qualsiasi alimento. Il calssico uso in cucina è con il riso, ma si accompagna bene con il pesce, la carne e nelle cucine vegane.

-La prima ricetta con il curry in Europa è comparsa nel 1747 in un testo di Hannah Glasse all’interno del volume ” The art of cookery made in plainand easy”

-Il curry possiede molte varianti. Esistono infatti ricette per il curry giapponesi, cinesi, tailandesi, vietnamite, africane e jamaicane.

-La variante meridionale del curry è verde. Contiene infatti, origano, sesamo, timo, sale e maggiorana e si chiama Za’atar.