I 5 sintomi base di un sistema immunitario debilitato

Può essere frutto di una allattai o dipendere semplicemente da un periodo di forte stress, comunque sia un sistema immunitario debilitato è per l’essere umano come un cappotto che si è ristretto in tintoria, non copre bene e ci espone a insidie da cui invece dovrebbe difenderci.

La cosa peggiore di tutto ciò è che paradossalmente risulta spesso non così facile capire che il nostro sistema immunitario ci sta abbandonando e, dunque, corriamo ai ripari con grande ritardo, perdendo così tempo utile e peggiorando la situazione. Combinazione decisamente da evitare, non vi pare? CheDonna.it vuole allora aiutarvi ad individuare il problema tempestivamente.

Schermata 2014-08-29 alle 14.34.00

Scopriamo dunque insieme i sintomi che dovrebbero farci pensare che la nostra salute e il nostro benessere potrebbero essere messi a repentaglio da un sistema immunitario poco disposto a collaborare.

5 campanelli d’allarme per un sistema immunitario debilitato

Quali sono dunque i 5 primissimi sintomi che dovrebbero farci pensare ad un sistema immunitario debilitato? Vediamoli insieme uno per uno.

1- Stanchezza: se è troppo frequente e spesso ci coglie anche mentre ci stiamo ancora alzando dal letto potrebbe assumere un significato ben più particolare della normale spossatezza

2- Infezioni: anche esse se troppo frequenti sono sintomo di un sistema immunitario che non riesce a far fronte a virus e batteriche ci colpiscono dall’esterno.

3- Raffreddore: mal di gola e raffreddori frequenti dovrebbero farvi pensare ad una visita dal medico che vi potrà prescrivere qualche analisi per verificare il livello di globuli bianchi nel sangue

4- Allergie: reazioni molto violente agli allergeni potrebbero voler dire che il nostro corpo non riesce a fornire nemmeno quella protezione minima che ci permetterebbe di limitarci a qualche starnuto

5- Ferite che si rimarginano con difficoltà: non solo le ferite guariscono con difficoltà ma causano infezioni, infiammazioni e dolori. Se le cose dovessero stare così fatelo presente al vostro medico

Da leggere