Home Matrimonio

Sushi al matrimonio sì o sushi al matrimonio no?

CONDIVIDI

Dall’angolo del gelato, come vi avevamo proposto in Idee matrimonio: un gelato per tutti i gusti, a quello per lo zucchero filato, il tè, le mozzarelle, la pizza e chi più ne ha più ne metta. Quando si parla di cibo e matrimonio le scelte tendono per lo meno all’infinito e forse anche oltre: avete voglia di qualche cosa di introvabile? Be’, tra i tavoli di un ricevimento di nozze potreste avere fortuna.

La domanda che però ci poniamo oggi scende un po’ più nel dettagli: tra tanta abbondanza sarebbe lieto aspettarsi anche del sushi? La moda della cucina orientale dilaga oramai da tempo nel Bel Paese ma per qualche misterioso motivo ci insinua ancora numerose perplessità che, ovviamente, vanno moltiplicandosi in modo esponenziale se si tratta di scegliere il menù per un giorno tanto importante.

Chedonna.it prova allora a darvi qualche suggerimento sul tema sperando che la cosa possa aiutarvi a fare un po’ di chiarezza.

pic035

La questione allora è: sushi sì o sushi no al ricevimento nuziale? Vediamo come decidere.

Sushi al matrimonio: se e come introdurlo

La domanda chiave che dovete porvi è la seguente: a quanti a parte noi piace il sushi? Pensare infatti di allestire anche un solo tavolo per far mangiare una manciata di invitati sulla miriade che avete in lista per il matrimonio potrebbe essere il classico “gioco che non vale la candela”.

Se a tale quesito avete risposto invece con un numero sufficientemente alto potreste pensare di dedicare all’oriente una parte se non da protagonista quasi: allestire più di un tavolo durante l’antipasto con diverse specialità che vanno dalla tempura a piccoli assaggi di minestra, passando ovviamente per il classico sushi.

Se invece il numero di amanti della cucina Giapponese risulta sostanzioso ma non troppo elevato sarà meglio riservare solo un piccolo angolo a tale settore, spazio che risulterà senza dubbio meno dispendioso per voi ma potrà comunque soddisfare gli appassionati del genere.

In generale è comunque sconsigliato andare oltre l’aperitivo con simili ricette: per il menù principale (quello da servire al tavolo per intenderci) meglio mantenersi sul nostrano così da non rendere il tutto troppo patito e monotematico. Del resto ci sarà sempre qualcuno che non amerà simili innovazioni e trasformare il sushi in un piacevole diversivo sarà più gradevole per tutti.

Fate allora sì che esso diventi un angolo come tanti altri che avrete creato per il pre e il post ricevimento e lo trasformerete in una perla di prestigio da aggiungere al vostro impeccabile matrimonio. Ma ricordate: il tutto è valido solo se rispecchia i gusti dei vostri ospiti; non vorrete trovarvi soli a gustare un uramaki?