Home Salute e Benessere Come riconoscere i sintomi della menopausa

Come riconoscere i sintomi della menopausa

CONDIVIDI

Nessuna vuole pensarci ma ciò certo non elimina il problema. L’arrivo della menopausa è una tappa normale nella vita di una donna e saperla accettare con serenità è il miglior modo per attraversarla senza troppi problemi.

Certo, per fare ciò occorre conoscerla bene così da comprenderla fino in fondo e non interpretarla più come la fine del nostro essere femmine ma come un ulteriore passaggio di questo affascinante viaggio.

CheDonna.it vuole allora aiutarvi oggi a muovere i primi passi in questa “istruzione”, insegnandovi uno degli aspetti più importanti della menopausa: i sintomi. Scoprire infatti il prima possibile che quel momento sta arrivando è un ottimo modo per farsi trovare preparate e con tutti gli strumenti del caso per affrontarla al meglio.

smalll_menopausa.jpg

Per aiutare allora la nostra salute e il nostro benessere anche in questa fase della vita ecco un piccolo vademecum su come riconoscere i primi sintomi della menopausa.

Primi sintomi della menopausa

Le difficoltà che ogni donna incontra nel comprendere se si sta o meno avviando verso la menopausa sono legate alla relativa imprevedibilità dei sintomi e alla loro durata. Ogni signora manifesta infatti avvisaglie diverse ed esse possono protrarsi per mesi prima che si arrivi davvero all’ultimo ciclo e, dunque, alla vera e propria menopausa. Da cosa dipende tutto ciò? Dai livelli di estrogeno e progesterone, i due ormoni femminili prodotti dalle ovaie, che per loro stessa natura tendono a divenire imprevedibili.

Non tutte le avvisaglie dunque saranno presentire tute le donne ma farne una panoramica potrà aiutarvi nel comprendere che qualche cosa sta cambiando ed è dunque il caso di far visita al ginecologo per saperne di più. Scopriamo allora insieme alcuni tra i sintomi più comuni della menopausa:

Ciclo: un cambiamento nel flusso è ovviamente la cosa più probabile. Potrebbe divenire più abbondante o più scarso e cambiare anche nella durata in entrambi i sensi.

Vampate di calore: quella sensazione imporvvisa di calore che il più delle volte interessa solo la parte superiore del corpo, soprattutto viso e collo che potrebbero arrivare anche a presentare macchie rosse. Ad esse può anche far seguito una forte sudorazione o i brividi.

Sudorazione: non si accompagna obbligatoriamente alle vampate e spesso può verificarsi durante la notte, facendo svegliare la diretta interessata in una situazione certo non piacevole

Calo del desiderio: è il calo di testosterone a portare a sua volta a un calo della libido che però può essere facilmente risollevata

Secchezza vaginale: è dovuto ad un cambiamento dei livelli di estrogeno e ciò mina ancor di più la vita di coppia, intaccandone l’intimità. Anche qui correre ai rimedi non è però così difficile

Corpo che cambia: i capelli perdono vitalità, la pelle si ingrigisce, il giro vita si allarga e il metabolismo rallenta

Umore: gli sbalzi in tale settori sono molto comuni e tendono solitamente alla tristezza e ad una forte irritabilità

Sonno: difficoltà ad addormentarsi e sonno disturbato si manifestano con una certa frequenza