Due gay appena diventati papà, la foto commuove e fa discutere

Ci sono argomenti su cui è pressoché impossibile prendere posizione anche se non sono pochi quelli che ignorano totalmente tale difficoltà e pontificano circa ogni singola questione. Esempio tipico? Le coppie gay e i figli: è giusto che due gay possano adottare? Meglio un bambino solo o affidato a due omosessuali? Come crescerebbe un bambino con due padri o due madri? Domande a cui molti rispondono con leggerezza e che altri interpretano come veri e propri rompicapo.

Il quesito però rimane sempre lì e, periodicamente, torna a far parlare di sé. Ultimo pretesto di discussione è una fotografia, immagine che ha girato in una manciata di giorni l’intero Globo e che ha saputo commuovere e far riflettere: due papà abbracciano per la prima volta il loro piccolo appena nato.

Schermata 2014-07-04 alle 10.25.23

L’attualità ha oramai riproposto la foto in tutte le vesti possibili e affiancandovi spiegazioni e commenti a non finire. Noi di CheDonna.it vogliamo limitarci a raccontarvi la storia, lasciamo a voi opinioni e valutazioni convinti che per noi far discutere sia più importante che giudicare.

La foto dei due neopapà che emoziona il mondo

27 giugno 2014, una data che Bj Barone e Frankie Nelson difficilmente potranno dimenticare. Quel giorno infatti i due canadesi sono diventati papà grazie ad una donna che ha prestato il suo utero come mamma surrogato.

La fotografa Lindsay Foster ha avuto la fortuna di seguire questa coppia omosessuale nelle ore del parto, vivendo con loro tutte le emozioni del momento e immortalandole. Uno scatto in particolare ha però ritratto in modo ineccepibile tutta l’emozione del diventare genitori: quella che vi mostriamo qua sopra è infatti una foto che ha girato il mondo in un batter d’occhio, portando tanta commozione ma anche riaccendendo, come dicevamo, la diatriba intorno alla questione “omosessuali e figli”.

Prima o poi se ne verrà a capo? La speranza è l’ultima a morire ma intanto noi ci godiamo il ritratto della pura emozione e per ora può bastare.

Da leggere