Home Attualità

EVENTI: Daniele Ronda live al MEI di Faenza

CONDIVIDI

DANIELE RONDA_cover del disco LA RIVOLUZIONE_bDopo aver calcato il palco del Concertone del 1° maggio e dopo aver aperto i concerti delMondovisione Tour-Stadi 2014” di Ligabue, lo scorso 31 maggio allo Stadio Olimpico di Roma e il 7 giugno allo Stadio San Siro di Milano, Daniele Ronda continua il tour in tutta Italia per presentare live i brani contenuti nel suo ultimo disco di inediti “LA RIVOLUZIONE e il suo travolgente repertorio folk/pop (con brani tratti dai precedenti dischi “Da parte in folk” e “La sirena del Po”).

Il prossimo appuntamento sarà il 28 settembre, dove a tre anni dalla premiazione come Miglior progetto musica giovanile sul dialetto” per il disco “La sirena del Po”, Daniele Ronda tornerà in concerto al MEI, il Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza (Ravenna), per la chiusura della manifestazione che si svolgerà dal 26 al 28 settembre e che quest’anno festeggia il ventennale.

Queste le prossime date de “LA RIVOLUZIONE-TOUR: il 28 giugno alla Festa della Birra di Guardamiglio (Lodi); il 6 luglio a Settima di Gossolengo (Piacenza); il 9 luglio durante la manifestazione “Como live” a Como; l’11 luglio durante la manifestazione “Sagra della Tira” a Cairo Montenotte (Savona); il 18 luglio durante la manifestazione “La regina fisarmonica” a Stradella (Pavia); il 26 luglio durante la manifestazione “Agno open air festival” ad Agno nel Canton Ticino in Svizzera; il 31 luglio durante la manifestazione “Castelfolk” a Villa Lagarina (Trento); l’8 agosto durante la manifestazione “Sagra in campagna” a Mornico al Serio località Fornace (Bergamo); il 9 agosto all’Auditorium Horszowski di Monforte d’Alba (Cuneo); il 25 agosto durante la manifestazione “Equinozio d’autunno” a San Giovanni a Piro (Salerno); il 6 settembre durante la manifestazione “Madonna di Seunis” a Thiesi (Sassari); il 28 settembre a chiusura del MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti) a Faenza (Ravenna).

Daniele Ronda, cantautore, autore e arrangiatore (ha firmato, tra gli altri, i celebri brani “Lascia che io sia” e “Almeno stavolta” di Nek), nel 2011 ha fatto il suo esordio discografico con l’album “Daparte in folk“, inserendosi tra le voci più autorevoli del folk italiano.Il disco contiene duetti con Davide Van De Sfroos e Danilo Sacco (ex cantante dei Nomadi), oltre ad alcuni brani scelti per diventare la colonna sonora del film “La finestra di Alice” (con Sergio Muniz, Fabrizio Bucci, e Debora Caprioglio). Nel novembre 2012 ha pubblicato il suo secondo disco, “La sirena del Po” (oltre 10.000 copie vendute), e dal 1° dicembre dello stesso anno (con lo storico live al Palabanca di Piacenza, dove registra il sold out con oltre 3.000 persone paganti!) ha tenuto oltre 120 concerti in tutta Italia. Nel 2012 ha vinto il premio Mei come “Miglior progetto musica giovanile sul dialetto”e nel 2013 ha ricevuto il “Premio Lunezia Etno Music”.