ANTICIPAZIONI TV: Roby Facchinetti a “Porta a Porta”

ROBY FACCHINETTI_MG_0228_foto di STYLAZOggi, lunedì 14 aprile Roby Facchinetti sarà ospite di Bruno Vespa a “PORTA A PORTA”, in onda in seconda serata su Rai 1.

La puntata conterrà una lunga “monografia” sulla carriera e sulla vita di Facchinetti, uno degli artisti più rappresentativi dell’eccellenza musicale italiana, che si racconterà in un’intensa intervista e si esibirà al pianoforte sulle note di alcuni successi e di “Un mondo che non c’è”, primo singolo estratto dal suo nuovo album di inediti “MA CHE VITA LA MIA”.

Entrato direttamente al 1° posto della classifica e da tre settimane stabile nella Top 10 degli album più venduti, Ma che vita la mia(etichetta e distribuzione Carosello Records) è il terzo album di inediti da solista di Roby Facchinetti, e arriva a oltre 20 anni dal precedente “Fai col cuore” (1993) e 30 anni dopo l’omonimo “Roby Facchinetti” (1984).

L’album contiene gli ultimi brani nati dalla collaborazione tra Roby Facchinetti (musiche) e Valerio Negrini (testi), fondatore e storico paroliere dei POOH scomparso un anno fa.

Questa la tracklist di “Ma che vita la mia: Il volo di Haziel(brano strumentale); “Ma che vita la mia”; “Un mondo che non c’è”; “È per me”; “Vola che non sei sola”; “Ieri oggi e per sempre”; “Il tempo di guardare la luna”; “Bugie”;Gocce nel mare”; “Poeta” (brano strumentale).

A maggio Roby Facchinetti tornerà live con “MA CHE VITA LA MIA – ANTEPRIMA TOUR”, quattro concerti (una produzione Massimo Levantini per Live Nation) in cui interpreterà per la prima volta i brani del nuovo album, oltre ai suoi più grandi successi.

Queste le date: il 10 maggio a Bergamo (Teatro Creberg), il 13 maggio a Roma (Auditorium Conciliazione), il 16 maggio a Brescia (Teatro Palabrescia), il 18 maggio a Milano (Barclays Teatro Nazionale). I biglietti sono in vendita sul circuito Ticketone e nelle prevendite abituali (Infoline: 02 53006501 – [email protected]www.livenation.it).

RTL 102.5 è la radio media partner ufficiale.

Ecco il video del primo singolo “Un mondo che non c’è”, diretto da Gaetano Morbioli.