Home Intimità

VERGINITA’: ecco i miti da sfatare

CONDIVIDI

Perdere la verginità, ecco qualche mito da sfatare – Alcune la vedono come un fiore prezioso da custodire gelosamente, altre come una qualche cosa di troppo ingombrante e di cui è meglio dunque sbarazzarsi in fretta. Come tutto ciò che riguarda la sfera strettamente personale non c’è ovviamente un giusto e uno sbagliato: chi siamo infatti noi per dire come affrontare la propria verginità? Già perché di questo parleremo oggi, quella che un tempo era considerata la più preziosa virtù femminile e che oggi sembra piuttosto un ostacolo da eliminare.

In un panorama rispetto al quale certo non vogliamo esprimere giudizi ci concentreremo allora su qualche cosa di meno personale, quei falsi miti che da anni circondano il tema della verginità e che ci fa piacere andare a smentire.

Leggete allora il mini elenco qua sotto e scoprite se la vostra opinione si basa su qualche mito un po’ menzoniero.

  1. Per non essere più vergini deve avvenire la rottura dell’imene? Assolutamente no. Ci sono donne infatti per cui la rottura dell’imene non avverrà mai nonostante una sequela di partner più che nutrita e altre per cui invece avviene in modo spontaneo durante l’adolescenza.
  2. Cosa è la verginità? Difficile definire questo stato con certezza. Tornando infatti alla questione “imene”, molti ritengono che la sua integrità ci renda caste ma voi definireste vergini una coppia di lesbiche o magari una ragazza che ha sperimentato tutto fuorché la penetrazione? Forse allora piuttosto che uno stato fisico sarebbe meglio pensare la verginità come qualche cosa di mentale.
  3. La verginità va persa… Sbagliato! Non esiste un’età giusta e qui l’errore è sia di chi pensa vada fatto presto che di chi ritarda all’infinito. Guardatevi dentro e fate ciò che vi detta l’istinto.

CLICCA QUI PER TUTTE LE CURIOSITA’ PIU’ HOT!

VIDEO NEWSLETTER