Home Anticipazioni TV

CARO AVVOCATO: chi risponde dei debiti ereditari?

CONDIVIDI

L’avvocato Sara Testa Marcelli risponde:

I debiti ereditari, se presenti, rientrano nell’alveo delle c.d. “obbligazioni parziarie“, in quanto ogni erede ne risponde in proporzione della quota ereditaria. Dunque, si dividono per quote i debiti come si dividono per quote i crediti ed i beni che il de cuius ha acquistato in vita.

Di solito i creditori dell’eredità possono aggredire direttamente i beni personali degli eredi, a meno che i medesimi non abbiano acquistato l’eredità “con beneficio di inventario“. Questo procedimento consente all’erede di far si che i creditori aggrediscano i soli beni del defunto perchè in questo modo opera la distinzione tra i due patrimoni.

La disciplina di ripartizione dei debiti e pesi ereditari tra i coeredi in proporzione delle loro quote, salvo che il testatore abbia diversamente disposto, ai sensi dell’art. 752 cod. civ., opera per i debiti e pesi presenti nel patrimonio del “de cuius” al momento della morte, nonché per quelli sorti in immediata conseguenza della successione ereditaria.

Non opera invece per i debiti venuti occasionalmente ad esistenza dopo la morte del de cuius a causa della condotta degli eredi, i quali non adempiano ad obbligazioni che pur traggono i propri presupposti remoti da atti o fatti riconducibili alla sfera patrimoniale del defunto.