Home Attualità

CARO AVVOCATO: la nuova responsabilità penale del medico

CONDIVIDI

L’avvocato Sara Testa Marcelli risponde:

La legge di conversione del c.d. Decreto Sanità (Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della salute), approvata in via definitiva dal Senato il 31 ottobre 2012, contiene un’importante modifica concernente concernente la responsabilità penale del medico.

La versione definitiva del testo prevede difatti che: “L’esercente le professioni sanitarie che nello svolgimento della propria attività si attiene a linee guida e buone pratiche accreditate dalla comunità scientifica non risponde penalmente per colpa lieve. In tali casi resta comunque fermo l’obbligo di cui all’art. 2043 del codice civile. Il giudice, anche nella determinazione del risarcimento del danno, tiene debitamente conto della condotta di cui al primo periodo.

Il nuovo criterio è quindi più garantista nei confronti del medico perchè se il sanitario si attiene alle linee-guida può essere ritenuto responsabile unicamente se è in colpa grave, non se è in colpa lieve.

VIDEO NEWSLETTER

Ovviamente, al fine di evitare una intrepretazione troppo estensiva della norma, in dottrina ed in giurisprudenza sono stati opportunamente delineati i limiti delle linee guida e delle buone pratiche accreditate, in modo tale da non giustificare comportamenti medici che si discostino dalla comune esperienza formatasi nell’ambito prettamente sanitario.