Home Attualità

CARO AVVOCATO: diritto del concepito ad avere una aspettativa di vita sana

CONDIVIDI

L’avvocato Sara Testa Marcelli risponde:

A volte i Tribunali dei Minorenni sono chiamati ad intervenire in caso di gravi situazioni che possano compromettere il sano sviluppo del feto a causa della vita sgregolata della madre.

In molti casi, intervengono i servizi sociali i quali provvedono a comunicare lo stato di disagio sociale della futura mamma (a causa di abuso di droge o alcol oppure in caso di mancanza di stabile dimora) al Tribunale per i Minorenni che interverrà prendendo i provvedimenti più opportuni nell’esclusivo interesse del feto.

A tal proposito, è stato stabilito che “qualora vi sia il rischio di pregiudizio per la legittima aspettativa del concepito alla nascita e alla vita come individuo sano, a causa delle condizioni e della condotta di vita irregolare della gestante, il giudice può imporre a quest’ultima tutte le prescrizioni occorrenti per la tutela del concepito stesso (nella specie, il tribunale per i minorenni ha prescritto alla gestante, persona in gravi condizioni psichiatriche, senza stabile dimora e dedita alla prostituzione, al settimo mese di gravidanza, di seguire le direttive del servizio sociale competente, e di adottare le cautele suggerite dalla scienza medica a tutela del concepito)“. (Trib. Minorenni Firenze (Ord.), 28/08/2004 )