Home Attualità

CARO AVVOCATO: denuncia l’ex fidanzato, poi lo perdona e lo sposa ma i reati rimangono…

CONDIVIDI

L’avvocato Sara Testa Marcelli risponde:

La Suprema Corte di Cassazione si è occupata di un caso assai singolare il quale, per coloro che non sono operatori del diritto, può sembrare per certi versi assurdo.

Una donna denunciava l’ex fidanzato per percosse e violenza privata in quanto, durante un litigio, quest’ultimo all’interno dell’autovettura, l’aveva trattenuta a forza nell’abitacolo e l’aveva minacciata estraendo un coltello.

Successivamente, vi è stata una riappacificazione tra i due, tanto è vero che, poco dopo, sono convolati a nozze.

Ebbene, nonostante poi la moglie abbia comunque cercato, nel corso del processo di ridimensionare l’accaduto durante la sua deposizione, il marito è stato comunque condannato per i fatti commessi in passato.

 La Corte ha ritenuto che, nonostante le dichiarazioni rese in sede testimoniale, quanto descritto in querela e riferito all’autorità durante la fase di indagini prelilimari fosse sufficentemente dettagliato e compatibile con il reale svolgimento dei fatti.

L’uomo, ormai marito della donna, è stato quindi condannato per i reati di violenza privata e minaccia ma, essendo passati molti anni dalla commissione del fatto, i reati medesimi sono stati dichiarati prescritti.