IDEE MATRIMONIO: consigli per organizzare i tavoli del ricevimento

Disposizione tavoli per il matrimonio: ecco come organizzarla al meglio – Vecchie ruggini insanabili, amici inseparabili, gruppi troppo numerosi e vincoli di praticità a cui è impossibile sottrarsi. L’organizzazione dei tavoli di un ricevimento nuziale passa per tutti questi fattori e per molti altri ancora, una vera e propria mission impossible che è il più delle volte compito degli sposi dirimere. Come fare?

Una tecnica sicura e infallibile purtroppo non esiste ancora ma qualche piccolo trucco, o regola che dir si voglia, potrebbe comunque venire in vostro soccorso: ecco i nostri migliori consigli per sopravvivere alla missione tavoli, prendete nota!

Niente tavolo degli scarti: è vero, ci sarà sempre qualcuno invitato per dovere ma certo relegare questo sparuto gruppo ad un unico imbarazzante tavolo non è una scelta molto elegante. Tentate allora di dividere queste persone in modo omogeneo tra gli altri invitati e chissà che non nascano nuove amicizie.

Questione bambini: se avete molti amici e parenti che porteranno con sé i propri cuccioli organizzate un tavolo appositamente per loro, non solo li farete sentire dei piccoli adulti ma concederete anche un po’ di ore di riposo a mamme e papà che ve ne saranno molto grati.

Tavolo d’onore: la tradizione vorrebbe che al tavolo con gli sposi siedano i rispettivi genitori ma oggi giorno, tra divorzi e famiglie allargate, non è detto che la cosa si d’obbligo. In tal caso riservate un tavolo per due solo a voi sposini e create un altro tavolo o più di uno per i parenti più stretti.

Quante persone per ogni tavolo?: Il consiglio migliore qui è non siate troppo esosi. Otto dovrebbe infatti essere il numero perfetto ma, in caso di necessità, vi consigliamo comunque di non superare le dodici persone. Andare invece sotto le sei è altrettanto sconsigliato: si rischieranno qui imbarazzanti silenzi e conversazioni un po’ piatte.

Come creare i gruppi?: questo è senza dubbio il tasto più dolente. Il consiglio migliore che possiamo darvi è di partire creando dei grandi gruppi ideali (amici, colleghi, familiare) e procedere poi per progressivi sotto gruppi, il tutto tenendo però in mente che un po’ di mescolanza non ha mai fatto male a nessuno. non fossilizzatevi dunque troppo sul creare raggruppamenti rigidi: socializzare è parte integrante di qualsiasi ricevimento che si rispetti.

CLICCA QUI PER TUTTI I CONSIGLI SULLE NOZZE!