Home Attualità

CHIEDERE AIUTO SU FACEBOOK: quando la violenza diventa pubblica

CONDIVIDI
getty images

Le violenze raccontate su Facebook – Ha fatto scalpore la storia di Anna Laura Millacci che ha denunciato il fidanzato e cantante Massimo Di Cataldo davanti a tutti utilizzando come piattaforma Facebook. Ci si è chiesti se fosse una vera violenza, se la foto fosse reale o ritoccata, ma soprattutto sia le autorità giudiziarie che una buona fetta di pubblico si è chiesta come mai Anna Laura abbia scelto questo modo per denunciare la violenza subita.

Come si legge su “L’Espresso” (per leggere l’articolo integrale CLICCA QUI) questo “fenomeno” ha riaperto però una ferita e ha spinto molte donne a parlare e a raccontare le loro esperienze proprio sui social networke sui media. Perchè? Perchè sembra che dopo il “Caso Di Cataldo” le donne che hanno subito violenza si siano stizzite per come lo stato ha affrontato la vicenda ossia accusando più la vittima che non l’autore degli abusi e concentrandosi sulla veridicità della foto piuttosto che sull’indagine specifica della violenza.

Per tutte le storie di CHEDONNA E IL SOCIALE CLICCA QUI

VIDEO NEWSLETTER