Home Attualità

CERVELLO: 5 falsi miti a cui tutti credono

CONDIVIDI

Con l’avvento di internet, ci vuole poco a fingersi degli esperti su qualsiasi argomento, a far circolare false voci  che pian piano diventano nella nostra testa delle comprovate verità. Persino le superstizioni, le credenze popolari, nell’era della comunicazione sono state amplificate; è per questo motivo che abbiamo deciso di aiutarvi a sfatare i falsi miti che circolano liberamente sul web.

Oggi in particolare, ci occupiamo del cervello. 5 falsi miti da sfatare.

1) Per liberarti dalla rabbia devi sfogarti: Errore. Secondo la American Psychological Association più esterni la tua rabbia, più ti arrabbierai in futuro. Gli scatti d’ira infatti sono accompagnati da forti scariche di adrenalina e dopamina, due ormoni che ti fanno sentire bene. Per questo dopo esserti arrabbiato ti senti meglio, è l’effetto della dopamina, che essendo una droga naturale rende il cervello dipendente. Senza contare poi che la rabbia è un sentimento che si auto-alimenta: più la mostri, più aumenterà.  Consiglio: quando sei arrabbiato, assumi una posizione rilassata, sorridi, respira profondamente, canticchia. Fai quello che faresti se fossi felice: il cervello cerca di rendere coerente il linguaggio del corpo con lo stato d’animo, se il corpo dice che sei felice la mente si adatterà.

2) Chi segue la massa è uno stupido. Falso:  Tutti ci facciamo condizionare da ciò che fanno gli altri, chi più, chi meno. L’uomo è fatto per vivere in società, questo significa che cerca dei compromessi: ti uniformerai alla massa, sempre. La prova sta in un esperimento. Un volontario è stato messo in una stanza con altre persone, a tutti venne dato questo test:

Il candidato doveva dire quale delle tre linee A, B o C era di lunghezza uguale a quella di sinistra. Tutte le persone nella stanza erano complici che sapevano dell’esperimento, e a tutte era stato detto di dare la stessa risposta sbagliata. Dopo una serie di prove, il 32% dei volontari ha dato la risposta sbagliata. Erano tutti stupidi?

3) I messaggi subliminali ti controllano. Falso: se così fosse, il detentore della chiave di accesso al cervello di tutti gli esseri umani sarebbe già il padrone del mondo. Inoltre i messaggi letti al contrario  (usati negli anni ’80 per lanciare segnali subliminali) non vengono interpretati dall’inconscio: lo studio che dimostra l’efficacia dei fotogrammi che controllano le  abitudini si fonda infatti su uno studio fasullo.

4) Gli alcolici uccidono i neuroni. Non è del tutto vero:  un alto tasso di alcol nel corpo produce una concentrazione di tossine abbastanza elevata da uccidere alcuni neuroni. Il problema è la quantità: serve una percentuale di alcol così alta nel sangue che  come minimo si tradurrebbe in coma etilico. Gli effetti a lungo termine sul fegato sono un problema più che reale, ma lo 0.3% di alcol nel sangue (percentuale altissima, registrata in caso di ubriacature colossali) è ben lontano dal 70% di concentrazione, tale  da uccidere tutti i neuroni.

5) Usiamo il nostro cervello al 20% delle sue possibilità: Falsissimo. E’ una tesi è che viene da un’interpretazione sbagliata della frase di William James, psicologo:‘stiamo usando solo una piccola parte delle potenzialità del nostro cervello.’  Anche i compiti più semplici richiedono l’attivazione di diverse parti del cervello, che in totale vanno oltre il 20%.

Per altri articoli Che Forma clicca qui