Home Attualità

PAURA IN ABRUZZO: ragazzi assaliti da orso marsicano

CONDIVIDI

Doveva essere una vacanza tranquilla e rilassante, ma si è trasformata in una vera e propria esperienza da brivido.

Colpa di un orso marsicano che ha involontariamente terrorizzato dieci ragazzi originari dell’aquilano: recatosi in vacanza nella frazione di Frattura a pochi chilometri da Scanno, la scorsa notte il gruppetto ha avuto un incontro ravvicinato con il grosso re dei boschi.

I ragazzi erano accorsi in aiuto di un contadino che aveva sentito dei rumori provenire dal suo pollaio: all’improvviso però è sbucato l’animale.

Terrorizzati, i giovani hanno urlato facendo spaventare l’orso, che ha ringhiato loro contro, pronto per caricarli. Fortunatamente i ragazzi hanno avuto la prontezza di riflessi necessaria per rifugiarsi sugli alberi vicini, dove hanno aspettato che l’irritata bestia si allontanasse.

‘Qui l’orso si vede spesso – racconta uno dei giovani – ma questa volta è entrato proprio nel paese e stava per aggredirci. Abbiamo avuto paura e temuto per la nostra incolumità. Fortunatamente dopo la prima carica, l’animale si è allontanato’. Sul posto sono accorsi i carabinieri e il corpo forestale, ai quali alcuni testimoni hanno detto che l’animale indossava un collare: probabilmente l’orso è monitorato e tenuto sotto controllo dal Parco nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, del quale è simbolo e mascotte.

Per altri articoli di Attualità clicca qui