DIETA BUDDISTA: la più diffusa ma anche la peggiore

La dieta buddista è la peggiore del momentoFrutta a colazione, riso e verdure a pranzo e a cena, il tutto senza né olio né sale. Ecco a voi la dieta buddista, a quanto pare la più in voga negli ultimi mesi.

Quando la prova costume si fa pressante siamo oramai abituate a veder emergere regimi alimentari al limite dell’assurdo, capaci di far perdere velocemente peso ma, ahimé, anche salute. Questo nuovo e strano stile alimentare è però assai particolare in fatto di danni: se infatti è vero che fa perdere 4 chili a settimana è altrettanto vero che costringe chi la fa a vivere di soli zuccheri.

“Se mangio solo zuccheri l’organismo va ad attingere le proteine che gli servono dai muscoli, è una forma di autocannibalismo – sottolinea Attilio Giacosa, direttore scientifico del dipartimento di gastroenterologia del gruppo sanitario Policlinico di Monza – e ci si ritrova con lo stesso grasso ma meno tessuto muscolare”.

In pratica lo scopo di tutto ciò è farci sentire sazie grazie al riso, il cui alto indice glicemico provoca un innalzamento dell’insulina e dunque un gonfiore dell’addome. La soddisfazione finale arriva poi dalla bilancia che scende tanto vistosamente da stupirci e non farci pensare a quanto ci costa tutto ciò: perdere infatti peso in massa magra e non in massa grassa è una sorta di trabocchetto che ci farà non solo riprendere subito i chili ma prima ci bombarderà con disturbi di vario genere, tra cui ritenzione idrica, analisi sballate e chi più ne ha più ne metta.

Siete ancora convinte che superare la prova costume in pochi giorni valga qualche “sacrificio di troppo”?

CLICCA QUI PER TUTTI I CONSIGLI PER STARE IN FORMA!

Da leggere