Home Attualità

CARO AVVOCATO: sono nulli gli atti tributari notificati al portiere

CONDIVIDI

L’avvocato Sara Testa Marcelli risponde:

Una recente sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Roma (maggio 2013) ha chiarito che gli accertamenti fiscali e le cartelle esattoriali relative al pagamento dei tributi sono nulli se non notificati direttamente al destinatario a mani ovvero se non notificati ad altri anche mediante l’invio della raccomandata informativa al destinatario.

In particolare, la notifica di tali atti, se effettuata al portiere, deve ritenersi per

Secondo i giudici della Commissione, infatti, la cartella consegnata in questo modo è da annullare “…in quanto è stata notificata non personalmente ma a persona diversa dal ricorrente … sotto il vigore dell’art. 37, comma 27, lett. a) del DL 4 luglio 2006 n. 223 (cd. Decreto Bersani) in vigore dal 4 luglio 2006 che espressamente prevede che qualora il consegnatario dell’atto sia persona diversa dal destinatario il consegnatario deve sottoscrivere una ricevuta e il messo dà notizia dell’avvenuta notificazione dell’atto a mezzo di lettera raccomandata. In questo caso manca infatti la seconda raccomandata di avviso della consegna della cartella al contribuente e pertanto la stessa va annullata per vizio attinente alla procedura di notificazione”.

A seguito della predetta normativa, ne consegue che se il soggetto che riceve l’atto non è il destinatario la procedura di notifica non si conclude ma necessità di un successivo avviso che il notificatore deve inviare a mezzo raccomandata al contribuente contenente l’indicazione del soggetto al quale l’atto è stato consegnato.