IDEE DI VIAGGIO: guida alla “Città della Lanterna”

Getty Images
Getty Images

Tutto ciò che c’è da sapere per visitare al meglio Genova – Il modo migliore per visitare Genova? Perdersi! Almeno è così che vi risponderà un vero genovese! La risposta è ovviamente un po’ provocatoria e riguarda una delle caratteristiche uniche di questa città, ossia il labirinto di carruggi e stradine che costituiscono il centro storico. Molte vie oggi sono famose grazie al cantautore genovese Fabrizio De Andrè che ha narrato la vita in Via del Campo, o Via Pré, Via della Maddalena. Tutt’ora queste vie, anche se in modo diverso, raccontano e trasudano la storia un po’ conturbante di una città che si muove anche di notte in modo misterioso.

Con la buona volontà e una giornata libera ci si può perdere davvero, partendo da Piazza De Ferrari. Questo è il centro nevralgico della città con la famosa fontana e Palazzo Ducale – sede di mostre ed eventi –; è facile farsi trasportare da un odore o uno scorcio e lanciarsi alla scoperta di Genova. Il centro storico è diviso in sei sestieri principali – rioni – e, accanto a quelli più popolari, vi sono quelli più eleganti.

Il primo incontro con l’architettura che si avrà passeggiando per Genova sarà sicuramente con la Cattedrale di San Lorenzo che, al suo interno, contiene le spoglie del patrono della città, San Giovanni Battista. Inoltre, gli scavi effettuati nella chiesa in occasione di alcuni lavori di ristrutturazione, hanno testimoniato la presenza di pavimenti e muri di età romana oltre a sarcofagi precristiani. La Cattedrale, esternamente è protetta da due enormi leoni che costeggiano le scalinate centrali e, sul sagrato oggi punto di ritrovo per i giovani, si sono sempre svolte le attività principali della vita civile e politica.

Per scoprire tutte le bellezze di Genova CLICCA QUI