Home Attualità

ABORTO NEGATO: la madre rischia di morire e il bambino non sopravviverà

CONDIVIDI
Getty Images

La corte suprema del Salvador nega l’aborto terapeutico a una madre malata – Il tema dell’aborto purtroppo non è un argomento facile e la scelta di procedere con l’interruzione di gravidanza è altrettanto complicata per chi la vuole intraprendere. Tema delicato dunque su cui però la Corte suprema del Salvador si è espressa con forza respingendo la richiesta di una donna malata che chiedeva l’aborto terapeutico.

La donna, identificata come Beatriz, di 22 anni soffre di lupus eritematoso sistemico – malattia cronica autoimmune – e il feto soffre  di anencefalia, ossia di assenza parziale del cervello. La gravidanza è alla 25esima settimana, ma nonostante le condizioni precarie del feto e della madre, l’alta corte ha respinto la richiesta. Una risposta inaspettata in quanto la madre contava anche sull’appoggio ottenuto dall’equipe medica e da varie Ong che si sono schierate al suo fianco.

Ora, la giovane madre, sarà costretta a portare a termine la gravidanza correndo un serio pericolo di morte mentre, il bambino che nascerà affetto da anencefalia potrà sopravvivere solo qualche settimana.

Per tutte le news CLICCA QUI