Home Attualità

GRILLO: tra un anno referendum su euro e Europa

CONDIVIDI

‘L’Europa va ripensata. Noi consideriamo di fare un anno di informazione e poi di indire un referendum per dire sì o no all’Euro e sì o no all’Europa’. Lo ha dichiarato Beppe Grillo a Mirandola. ‘Sull’Euro e sull’Europa gli inglesi ci insegnano la democrazia. Nessun partito può arrogarsi il diritto di decidere per 60 milioni di persone’.

Il paese è da ricostruire, in un momento di crisi totale non sanno dove andare a prendere i soldi e intanto cresce sempre il debito’, ha continuato Grillo a Mirandola.Questi politici ha aggiunto – sono parassiti, provinciali e dilettanti allo sbaraglio, prendono tempo perché non sanno cosa fare. A settembre od ottobre crollerà tutto e noi siamo pronti a mandarli a casa. Loro hanno una paura fottuta di noi e per questo si è pensato a una legge per non farci votare, siamo quelli che non si aspettavano’.

‘Noi continuiamo a fare leggi e disegni di legge, come sull’impignorabilità della casa, il diritto di cittadinanza e l’eliminazione dell’Irap, ma loro ci mettono in un angolo, ce le copiano e le presentano loro. Lavoriamo tantissimo per le piccole e medie imprese, abbiamo preso il 25% dei voti ma non contiamo nulla’.

Questo il discorso del leader del MoVimento a Mirandola, dove si trovava per consegnare i fondi del Movimento 5 Stelle per la costruzione di una palestra dopo il terremoto. ‘Ci sono truffe semantiche – ha spiegato Grillo – confondono la vera emergenza con le priorità. La prima viene gridata in televisione, mentre poi le priorità sono salvare Berlusconi, e fare le leggi sulla giustizia e salvare il Monte dei Paschi di Siena, il condono edilizio’.

Fonte: Ansa.it