PROTESI AL SENO: il rischio di cancro aumenta

Getty Images

La protesi al seno non rende possibile l’identificazione del tumore ai raggi X – La smania di farsi più belle, modificando alcuni dettagli del nostro corpo oppure aumentando la taglia di reggiseno può portare un certo tipo di benessere, ma il rischio è sempre dietro l’angolo. Arrivano infatti brutte notizie proprio sull’argomento “protesi mammarie“: sembrerebbe infatti che le donne che si sottopongono a questo tipo di operazione hanno un rischio maggiore del 38% di contrarre il cancro alla mammella.

A divulgare la notizia sono stati alcuni studi pubblicati sul “British Medical Journal” ripresi in questi giorni dal quotidiano inglese “The Independent”. La notizia è molto chiara: non ci sono prove che siano le protesi a causare il cancro al seno, ma la loro presenza rende molto più complicato l’identificare la presenza e lo sviluppo del tumore poichè molte protesi sono piene di soluzione salina o silicone che non è penetrabile dai raggi X.

Per tutte le altre storie di CheDonna e il Sociale CLICCA QUI

Da leggere