Home Attualità

CARO AVVOCATO: attenti a gettare cose dal balcone

CONDIVIDI

L’avvocato Sara Testa Marcelli risponde:

In molti condomini capitano spesso litigi a causa di vicini che gettano cose dai piani superiori direttamente negli spazi di natura condominiali oppure in parti di proprietà esclusiva.

Non tutti sanno che buttare cose da balconi, finestre o terrazzi in realtà è un reato punibile ai sensi dell’art. 674 c.p. Tale reato, inserito all’interno del codice, è di natura contravvenzionale.

Recentemente la Suprema Corte di Cassazione ha condannato una condomina per avere molestato un’altra condomina  gettando nel piano sottostante ove si trovava l’appartamento della vittima, rifiuti, quali cenere e cicche di sigarette, nonché detersivi corrosivi, quale candeggina.

L’articolo in questione espressamente sancisce che “chiunque getta o versa, in un luogo di pubblico transito o in un luogo privato ma di comune o di altrui uso, cose atte a offendere o imbrattare o molestare persone”.

Non tutti i comportamenti posti in essere integrano però tale fattispecie di reato. Sono pertanto punibili solo quelle condotte tese a molestare le persone e non le cose. Nel caso in cui si cagionino danni a cose difatti potrebbe configurarsi, qualora ne ricorrano i presupposti, il reato di danneggiamento.

E’ stato inoltre specificato che lo sbattimento di qualche tappeto e lo scuotimento di qualche tovaglia non integra la condotta penalmente rilevante per impossibilità di causare imbrattamenti e molestie alle persone, secondo la formulazione letterale della disposizione incriminatrice.