EVELINA BLEDANS: una mamma in lotta contro la discriminazione

Una battaglia senza confini per la normalità dei bambini con la sindrome di down – La sindrome di down è una malattia, è innegabile, ma non per questo deve portare alla discriminazione di chi ne è affetto. Questa, a grandi linee, è la battaglia che moltissime madri portano avanti per difendere e proteggere i loro figli. Fra tutte in questi giorni si parla dell‘attrice russa Evelina Bledans che ha presentato al mondo suo figlio tramite Twitter: “Semen Semin. 11 mesi, 47 cromosomi e un mare di pensieri“.

La battaglia che porta avanti l’attrice russa è ancora più “forte” dato il luogo geografico. Infatti in Russia ogni anno oltre 2500 bambini nascono con questo tipo di disabilità e vengono abbandonati o affidati a degli ospedali psichiatrici e, l’attrice, ha deciso di combattere questa discriminazione creando un blog, bledans.livejournal.com, che è diventato un vero e proprio punto di riferimento per tutte le famiglie che vivono con un figlio down. Proprio grazie a questa piattaforma hanno creato una rete di relazioni interpersonali e hanno cercato di portare alla luce del giorno la loro battaglia per la normalità. Esempio concreto è proprio la storia di Evelina Bledans che, grazie al web, ha superato i confini del suo Paese.

Per tutte le storie di CheDonna il sociale clicca QUI.