Home Attualità

CARO AVVOCATO: divieto di sperimentazione dei cosmetici sugli animali

CONDIVIDI

L’avvocato Sara Testa Marcelli risponde:

Dall’11 marzo 2013 è  entrato in vigore il divieto totale di sperimentazione sugli animali, previsto dal nuovo regolamento europeo sui cosmetici (n. 1223/2009). E dall’11 luglio sulle etichette dei prodotti di bellezza ci saranno anche informazioni più chiare sulla scadenza (che verrà indicata con un nuovo simbolo, la clessidra) e l’eventuale presenza di ingredienti “nano”, di dimensioni inferiori ai 100 micron (usati soprattutto nei solari), sui quali ancora si discute circa la loro sicurezza.

Di queste novità si è parlato durante un convegno organizzato da Unipro, l’Associazione nazionale delle imprese cosmetiche, nell’ambito della fiera Cosmoprof, svoltasi pochi giorni fa.

Con la direttiva 2003/15/CE sono state introdotte nella direttiva 76/768/CEE sui prodotti cosmetici disposizioni relative alla sperimentazione animale. In base a tali disposizioni, nell’Unione la sperimentazione sugli animali è già vietata dal 2004 per i prodotti cosmetici e, a partire dal 2009, per gli ingredienti presenti nei prodotti cosmetici (“divieto di sperimentazione”). Dal marzo 2009 è vietata anche la commercializzare nell’Unione di prodotti cosmetici contenenti ingredienti testati sugli animali (“divieto di commercializzazione”). Relativamente agli effetti sulla salute umana contraddistinti da maggiore complessità (tossicità a dose ripetuta, comprese la sensibilizzazione cutanea e la cancerogenicità, tossicità riproduttiva e tossicocinetica), il termine ultimo per il divieto di commercializzazione era stato prorogato fino all’11 marzo 2013.