Home Attualità

A volte Giò, A volte No

CONDIVIDI

Arriva a Prato A volte Giò, A volte No”, ilnuovo tour di Giò Di Tonno nei teatri (prodotto e organizzato dalla Raimo Produzioni e dalla Premiere Produzioni) che toccherà le principali città italiane.

Durante lo spettacolo Giò ripercorre tutte le tappe fondamentali della sua carriera… dal suo esordio a Sanremo ’94, al grande musicalNotre Dame De Paris fino ad arrivare al grande successo con la vittoria della 58° edizione del Festival Di Sanremo, in coppia con Lola Ponce. Non mancano poi tributi ai grandi artisti con i quali ha collaborato negli anni, come Riccardo Cocciante e Gianna Nannini, fino ad arrivare alle imitazioni che l’hanno portato alla vittoria assoluta del programma “Tale e quale show” di Carlo Conti con giudizio unanime di  giuria in studio e pubblico da casa.

A volte musica, a volte parole… Perché Giò canta, suona, veste di musica le emozioni. E poi, quando meno te lo aspetti, ti butta lì un monologo brillante o gli aneddoti di una vita….

A volte si ascolta, a volte si guarda… Perché Giò tratta la voce come uno strumento nascosto tra anima e palco. Ma sul palco scorrono anche immagini. Storie che raccontano, completano, mischiano e dipingono le canzoni.

A volte le ha scritte lui, a volte gli altri… Già… Perché Giò è un cantautore, e il cammino scelto passa dalle parti delle cose che ha scritto. Ma ogni cantautore scopre sempre che c’è un altro cantautore che ha scritto pagine importanti ed indelebili. E allora, quando la voce va lontano, si cantano anche le canzoni che hanno tracciato il viaggio… dalla propria casa verso il mondo… passando per Sanremo.

A volte musical, a volte tv… Perché Giò indossa i panni secolari di Quasimodo, il campanaro di “Notre Dame De Paris”, di Dr.Jekyll e Mr.Hyde, del cattivissimo Don Rodrigo, e fa rivivere l’attimo fuggente in cui il musical ha portato le voci tra le storie di amore e morte. E poi… E poi cambiano ancora le sembianze, volano leggerezze… e sul palco arrivano altri artisti imitati con garbo, omaggiati con rispetto. Dalla voce e da ogni dettaglio incredibilmente “Tale e Quale”.

Insomma… A volte Giò, A volte No”