Home Attualità

17ENNE IN FIN DI VITA per colpa del gioco della roulette russa

CONDIVIDI
Getty Images

Tragedia a una festa: diciassettene in fin di vita per la roulette russa con la pistola – Tutta colpa di un gioco, talmente stupido, che sembra irreale. Invece, i danni, sono concreti e soprattutto gravissimi. Si tratta di un giovane diciassettenne di Charleroi, vicino a Bruxelles, ridotto in fin di vita per colpa del gioco della “Roulette Russa”. Ovviamente non si parla di quella classica, ma di quella pericolosa che abbiamo visto alcune volte nei film: una sola pallottola nella pistola e un colpo a testa mirando alla tempia sperando sempre di “scamparsela”.

Ora Jason Denies è in stato di morte cerebrale per via di un proiettile nel cranio e un’emorragia che gli sta comprimendo il cervello. Secondo la dinamica raccontata dalle forze dell’ordine tutto sarebbe avvenuto per colpa di un altro ragazzo, Logan Berckmans, 18 anni, che si è auto-invitato alla festa dove si trovava Jason ed è arrivato in forte stato di ebbrezza. Il giovane avrebbe iniziato a giocare da solo con l’arma e poi, a un tratto, ha rivolto la pistola contro Jason: al terzo colpo andato a vuoto, l’ultimo è partito colpendo il ragazzo in testa.

Per le altre news di attualità clicca QUI