Home Attualità

TROPPI SITI HARD: basta internet in comune

CONDIVIDI

Se è vero quello che diceva una ricerca pubblicata qualche tempo fa sul ‘Journal of sexual medicine’, cioè che guardare porno online farebbe male alla memoria a breve termine e comprometterebbe la produttività sul lavoro, allora ha fatto bene Narciso Buffoni, sindaco di Montignoso, a bloccare internet negli uffici comunali di cui è a capo.

Sembra infatti che un gruppo ristretto tra i 74 dipendenti comunali del piccolo centro in provincia di Massa Carrara, passasse fino a 6 ore al giorno collegato  a siti hard, ovviamente durante l’orario di lavoro. Scopertolo, Buffoni non ha esitato e ha bloccato internet a tutti i dipendenti del comune, motivando così la sua decisione, presa per l’‘uso improprio del mezzo’ da parte di alcuni dipendenti.

Oggi quindi i pc comunali sono utilizzabili solo per uso interno. I solerti impiegati dovranno rassegnarsi e tornare alle vecchie riviste a luci rosse, oppure iniziare a svolgere il lavoro per cui sono pagati.

VIDEO NEWSLETTER

Fonte: ansa.it