SANREMO 2013: Luciana Littizzetto contro la violenza sulle donne (video)

da GettyImages

Luciana Littizzetto monologo sull’amore e flash mob – “Un uomo che ci picchia è uno stronzo”. Da quanto tempo sognavate di sentire una simile semplice verità in televisione? Già perché in tv “stronzo” non si dice (forse non dovrei scriverlo neanche io qui?) e doveva arrivare una come Luciana Littizzetto, donna che dei “non si può” semplicemente se ne frega, per far sì che questa semplice ma così profondamente vera parola potesse finire in prima serata su Rai Uno, durante un programma come Sanremo, vero e proprio sacro monolite della televisione pubblica.

Se però vogliamo smettere di piangere davanti alla tv e chiederci come mai l’ennesima donna è stata picchiata, uccisa, deturpata, bruciata, minacciata da quello che un tempo considerava il suo uomo, dovremmo forse partire proprio dall’eliminazione di certi tabù: chi ti picchia è uno stronzo e definirlo con altri termini non farà certo sì che il prossimo schiaffo faccia meno male, quindi tanto vale dire le cose come stanno.

Con l’amore infatti, quello che la Littizzetto descrive all’inizio del suo monologo, fatto di piccoli screzi e sacrifici, le botte proprio non c’entrano nulla e noi, tanto provate a volte da rifiutare di vedere questa semplice verità, faremo meglio ad arrenderci all’evidenza. Faremo meglio ad ascoltare Luciana.