AMERICAN HORROR STORY: Non solo paura con “The Name Game”

Un po’ Glee un po’American Horror Story, “The Name Game” e la fantastica Jessica Lange – In tempi in cui l’horror è pane quotidiano (basta guardare un telegiornale per avere la pelle d’oca) fa strano pensare che le serie di tal genere si concedano digressioni solari e musicali!

“American Horror Story” la serie più paurosa del momento, assolutamente avvincente per gli amanti del genere e non solo, non smette di stupire e nell’episodio dal titolo “The Name Game” ci regala un’esibizione sulle note dell’omonimo brano.

Ad interpretarla è Sorella Jude, la cattivissima sorella Jude, che dopo aver subito l’elettroshock ha una visione di sè stessa e delle sue ex vittime in versione anni’60!

La straordinaria Jessica Lange interpreta la canzone con brio ed estrema bravura e vedendola così ci si dimentica del suo perfido personaggio! L’attrice ha dichiarato di aver atteso questo momento per molto tempo: “All along, I said, ‘Give me something where I can sing or I can dance. One day, I got the lyrics and music to this song and I couldn’t figure out what it was but it is actually quite startling when it happens. It was one of my favorite moments so far.”

Fantastici anche gli ospiti di Briarcliff e soprattutto Sarah Paulson ed Evan Peters, che oltre ad essere degli ottimi ballerini rendono la scena ancor più surreale e divertente!

La scena apparentemente frivola e giocosa è però un chiaro intento di redimere Sorella Jude e renderla più umana attraverso il dar nome ai pazienti da lei torturati e trattati come bestie. Ennesimo tocco di classe per Ryan Murphy e Brad Falchuk!!

Ecco a voi “The Name Game”:

 

Da leggere