TUTTO PER BENE: dal 16 gennaio al Teatro Argentina di Roma

Debutta il 16 gennaio al Teatro Argentina di Roma l’ultima fatica registica di Gabriele Lavia, ‘Tutto per bene’, punto di snodo cruciale dell’intera parabola drammaturgica pirandelliana.

Con questo testo l’autore codifica una volta per tutte la cifra del suo teatro maggiore, la ‘rappresentazione d’un dramma, quand’esso è già da gran tempo finito’: Pirandello procede dunque a fatti già avvenuti e ciò gli permette di scovare gli indizi della realtà nascosti nella rappresentazione di essa, la ‘radice del vero’ nel giallo paradossale che gli uomini, maschere, mettono in scena, illudendosi di vivere.

Quanto illusoria sia stata la realtà, il protagonista, lo scopre con la drammatica leggerezza con cui le tragedie irrompono nel quotidiano: dopo un’esistenza a coltivare la memoria – delicata e appassionata insieme – della moglie defunta, aggrappato all’amore per quello che egli crede il frutto della loro unione – la figlia Palma -, scopre proprio da quest’ultima, d’essere stato tradito da un amico e, per giunta, di non esserle padre. Tra i tanti personaggi “mascherati” di Pirandello, quello di Martino Lori è uno dei più violentati dalla propria maschera, costretto a rappresentare a sua insaputa tutte le parti della commedia.

Dal 16 al 27 gennaio 2013

con Gabriele Lavia

e con Riccardo Bocci, Giorgio Crisafi, Gianni De Lellis, Lucia Lavia, Riccardo Monitillo, Woody Neri, Daniela Poggi, Dajana Roncione

danzatrice Alessandra Cristiani

scene Alesandro Camera
costumi Andrea Viotti
musiche Giordano Corapi

orari spettacolo
ore 21.00
giovedì e domenica ore 17.00
sabato ore 19.00
lunedì riposo

durata

2 ore e 20 minuti con intervallo

Fonte: teatrodiroma.net